• Basket Rosa-PINKISBETTER

Acciaierie Valbruna Bolzano: Natale in vetta alla classifica, battuto Pordenone 86 A 44

Acciaierie Valbruna Bolzano                       86

Sistema Rosa Pordenone          44

PARZIALI:  29-17/21-10/26-7/10-10

Arbitri:  Pallaoro e Tadic di Trento

acciaierie valbruna bolzano: Luppi 2, Mossong 28, Gottardi 4, Rossi n.e., Giangrasso 15, Alberti 5, Fabbricini 7, Kerin 12, Assentato 11, Hafner D., Marcello, Hafner M. 2  all. Pezzi  T.L. 5/7  Tiri da tre  Mossong 8, Kerin 4, Assentato 1, Giangrasso 1

sistema rosa pordenone:  Bianchi 2, Cella, Sellan, Carraro4, Setti, Bartholomew 15, Ogiagbe, Zaric 13, Gavagnin , Jankovic, Sekulic 10    all. Dalla Villa    T.L. 7/9   Tiri da tre  Zaric 1

ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO :  SERATA MAGICA ED  UN NATALE SOLITARIO IN TESTA ALLA CLASSIFICA

LE SISTERS SEPPELLISCONO SOTTO UNA PIOGGIA DI BOMBE LE FUTURIBILI GIOVANI DI VENEZIA/ PORDENONE - MOSSONG 28 PUNTI IN 21 MINUTI

La serata era una di quelle particolari con Bolzano animata dalla voglia di fare spettacolo e con Pordenone non appieno focalizzato  sulle potenzialità balistiche  del quintetto di casa. Alla vigilia coach Pezzi aveva richiesto concentrazione e gioco in velocità, per evitare le lunghissime leve avversarie. Pordenone può schierare infatti ben 6 giovani giocatrici intorno al metro e novanta ed una addirittura oltre i due metri. La tattica di Bolzano è stata chiara sin dall'inizio. Imprimere violente accelerazioni in contropiede, alternate a penetrazioni aventi lo scopo di far convergere tutte le giocatrici avversarie a difendere l' area e poi allargare la palla per un tiro da tre punti. Il piano partita è stato rispettato e concretizzato al meglio.  I contropiedi sono fioccati veloci ed incisivi, lasciando più volte al palo le lunghe veneto-friulane.  Poi in zona di attacco le Sisters hanno optato per profonde penetrazioni seguite ad uno scarico esterno, nel momento stesso in cui la difesa avversaria si chiudeva a riccio per proteggere l'area. Fitta è stata la serie delle bombe realizzate da Bolzano, ben 15,  che hanno frastornato e demoralizzato le ospiti.  A questo possiamo anche unire la difesa, che eccezion fatta dei primi minuti di gioco, ha avuto un crescendo di intensità rilevante, tale da interrompere le trame delle giovani di Pordenone.  La palla a due vede in campo quintetti pesanti:  Fabbricini, Mossong, Giangrasso, Kerin e Gottardi per Bolzano. Due guardie e le tre super lunghe Saric, Sekulic  e  Bartholomew per Sistema Rosa.

Le ospiti iniziano con il piede giusto, presentando quattro canestri consecutivi dell'ala della Nazionale serba Mona Saric. Le Sisters rispondono colpo su colpo, cominciando a stringere la difesa ed a lanciarsi in veloci contropiedi. Il primo quarto è segnato da tre bombe consecutive di una ispirata Kerin ed il vantaggio Bolzano appare subito importante (29-17).  L'ottima vena in attacco continua per le padrone di casa anche nel secondo quarto, che vede progressivamente stringersi il cappio difensivo attorno al collo della squadra ospite ( 21-10).  Durante la pausa in spogliatoio le riflessioni di coach Pezzi sono chiare. Possiamo  chiudere la partita aumentando il ritmo della difesa. Le scarne parole vengono recepite subito e Pallacanestro Bolzano fa un terzo quarto "monstre" con  8 bombe a segno, lasciando solo 7 punti all'attivo delle disorientate giovani ospiti.  Sul 76 a 34 inizia l'ultimo quarto, con l'opportunità subito colta dalla panchina bolzanina di dare minuti di qualità a tutte le giocatrici che di solito sono meno impegnate in campo. Spazio quindi ad Alberti e Marcello, che hanno confermato con punti ed intensità di gioco i loro miglioramenti in questa stagione di allenamenti con la prima squadra. I titoli di coda natalizi scendono sulla gara, con il punteggio finale di 86 a 44 e l'impressione di Acciaierie Valbruna Bolzano in buona condizione, prima in classifica con merito e con quattro punti di vantaggio sulla seconda Campione d'Inverno e con le giovani di Pordenone che non hanno assolutamente demeritato, ricche di fisicità e di talento che avranno modo di esprimere appieno nei prossimi anni.

Per Pordenone ha suscitato entusiasmo la prestazione di Mona Saric, una esterna dal tiro molto armonico e dai movimenti  felpati. Di spessore anche la prova dell'ala di colore Bartholomew,veloce in penetrazione  e ricca di talento fisico.  Interessante anche la lunghissima Sekulic,  con un buon bottino individuale (10 pp.) suo massimo stagionale.

Per Bolzano MVP della gara una Mossong stellare, con 22 minuti di gioco ha realizzato 28 punti e ben 7 bombe. Poi Giangrasso, vero folletto dell'attacco, sempre pronta ad involarsi in contropiede e di rilievo il quasi punto ogni minuto di Assentato e l'esibizione balistica di Ines Kerin che ha tirato più volte con successo oltre i 7 metri.  Di rilievo la percentuale da tre della squadra (46,4 %)  e la differenza palle perse-recuperate  9-23, oltre ad un dominio sostanziale dei rimbalzi.

Coach Pezzi: "  Sapevamo della fisicità delle ragazze di Pordenone. Imponenti e molto difficili da superare sotto canestro. Quindi abbiamo optato sulla corsa, dove siamo migliori e sul tiro dal perimetro, nel quale abbiamo buone percentuali.  Ho chiesto alle ragazze di fare ulteriori passi avanti in difesa e sono stato accontentato. Ho ricevuto come strenna un anticipo totale sulle linee di passaggio avversarie ed una buona intensità sula palla. Vittoria netta e largo spazio a tutte le 12 giocatrici a mia disposizione, anche quelle che nelle precedenti gare sono state poco impegnate o quelle che avevano bisogno di rilanciarsi all'interno del Campionato.  Piccola citazione per Nadia Mossong, che dopo aver conseguito la seconda laurea, ne sta guadagnando una terza per le prestazioni in campo. Questa sera i suoi numeri sono di assoluto rilievo europeo. Lo erano anche quelli di Kerin, che poi ho tolto dal campo assieme ad altre titolari, per consentire adeguate rotazioni.

Ancora Coach Pezzi: " Ci gustiamo il primo posto in classifica passando un bellissimo Natale. Durante la pausa il programma degli allenamenti è intenso, allo scopo di presentarci con  nel 2020 tirati a lucido. Dovremo fare ulteriori passi avanti in difesa per assumere un assetto veramente impenetrabile. Ringraziamo Sponsor, Amici e Tifosi che ci seguono con grande passione ed ai quali rivolgiamo i migliori Auguri di Buon Natale. " Sisters, mollare mai "


scritto da ufficio stampa Pallacanestro Bolzano A.S.D.



18 visualizzazioni

BasketRosa© 2023 Contact Us

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now