BasketRosa© 2023 Contact Us

  • Basket Rosa-PINKISBETTER

Il Fila è grande per 40', ma Petronyte sulla sirena regala il derby alla Reyer


BASKET SAN MARTINO: Dotto ne, Fietta 6 (3/8), Filippi 5 (1/3, 1/3), Tonello (0/1 da tre), Toffolo, Ciavarella 9 (3/4, 1/2), Bjorklund 6 (2/7, 0/1), Pasa 5 (2/4), Sulciute 16 (5/7, 1/4), Gwathmey ne, Sandri, Ostarello 15 (4/6, 2/3). All. Abignente. REYER VENEZIA: Anderson 6 (3/3, 0/6), Bestagno (0/2), Carangelo 5 (1/1, 1/5), Gorini 3 (0/2), De Pretto 15 (3/7, 1/3), Steinberga 13 (4/8, 0/2), Petronyte 10 (3/6), Pastore 2 (1/2), Meldere, Penna 10 (3/4, 1/2), Macchi (0/4, 0/2). All. Ticchi. ARBITRI: Terranova di Ferrara, Castiglione di Palermo e Culmone di Bologna. PARZIALI: 21-16, 37-30, 50-48. NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: San Martino 20/39, Venezia 18/39. Tiri da tre: San Martino 5/14, Venezia 3/20. Tiri liberi: San Martino 7/12, Venezia 19/20. Rimbalzi: San Martino 31 (Sulciute e Ostarello 6), Venezia 38 (Steinberga 11). Assist: San Martino 15 (Bjorklund 5), Venezia 12 (Steinberga e Macchi 3). Finisce nella maniera più amara, per il Fila, il derby d'alta classifica con la Reyer. L'Umana espugna il parquet di San Martino di Lupari all'ultimo secondo, con un buzzer beater di Petronyte, dopo che le Lupe avevano guidato nel punteggio dal 6' del primo quarto fino, appunto, all'ultimo possesso della gara. Nonostante l'inevitabile delusione, che fa scivolare le giallonere a -6 dal terzetto di testa, rimane comunque una partita che deve dare morale e convinzione alle ragazze di Abignente. Il campo ha infatti detto che le Lupe, uscite tra gli immancabili applausi di un pubblico straordinario, hanno tutte le qualità per giocarsela anche con le grandi del campionato, tanto più che l'impegno era stato affrontato con il forfait all'ultimo secondo di Jazmon Gwathmey, tenuta a riposo precauzionale per un piccolo problema muscolare. 1° QUARTO. Ad aprire l'incontro è un canestro allo scadere dei 24" di Carangelo, a cui risponde subito Sulciute da dietro l'arco. Nelle prime fasi Venezia prova a tenere la testa, portandosi sul 5-8 al 4' coi canestri di Steinberga e Petronyte. La reazione giallonera è però affidata a Fietta, Sulciute e Ostarello, autrici di un 6-0 che vale il sorpasso. Con la pregevole conclusione di Filippi e i bersagli della stessa Ostarello (già a quota 10 punti nei primi 10'), il Fila prova anche un primo mini allungo sul 21-14. 2° QUARTO. Penna e De Pretto riavvicinano le lagunari in avvio di secondo periodo, sul 23-21. Ma San Martino c'è: Ciavarella apre e chiude un altro minibreak di 6-0, replicato poco dopo da Fietta e Filippi. A 3' dall'intervallo, le padrone di casa toccano quindi il loro massimo vantaggio sul +12, 35-23. Si sblocca Anderson e lo stesso fa dall'altra parte Bjorklund, ma poi la bomba di Carangelo (la prima a segno per le ospiti dopo 11 errori) fissa il 37-30 con cui si va all'intervallo. Anche perché dall'altra parte il coast to coast in chiusura di Pasa, che in meno di 5" si beve tutto il campo, non è premiato dal ferro. 3° QUARTO. San Martino riparte dopo l'intervallo con la tripla del nuovo +10 firmata Ostarello, ma poi la Reyer recupera terreno con Steinberga, brava anche ad andarsi a prendere diversi viaggi in lunetta. Dall'altra parte invece qualche fischio tarda ad arrivare, facendo innervosire la panchina giallonera che vorrebbe una maggior tutela: al 30' saranno appena 6 i liberi tentati dalle padrone di casa contro i 16 delle avversarie. Ora l'Umana ha tutta l'inerzia dalla sua: De Pretto fa -4 (44-40), poi nonostante la risposta di un'ottima Ciavarella (9 punti con quattro canestri uno diverso dall'altro) c'è anche il -1 (48-47) con la tripla di Penna. 4° QUARTO. La stessa Penna riacciuffa anche la parità in avvio di quarto periodo, completando una rincorsa durata due quarti e mezzo. Il Fila tuttavia reagisce: Pasa ruba e si invola a firmare il nuovo vantaggio, e poi Bjorklund ritrova il +4. Sarà il filo conduttore di tutta la frazione, che vede le Lupe tentare di scappare nuovamente e le veneziane sempre brave a riprenderle. Entrando negli ultimi 3', ancora Ostarello e una splendida Sulciute (top scorer a quota 16) propiziano il +4 Fila sul 62-58, ma saranno gli ultimi punti per le padrone di casa. Non vanno a segno per esempio i due liberi di Ostarello sul 62-60 a 90" dalla fine, dopo il recupero di Fietta, mentre dall'altra parte Petronyte fa 2/2 e fissa la nuova parità. San Martino arriva agli ultimi possessi col fiato corto, mentre la Reyer è più lucida. Gli ultimi due attacchi delle padrone di casa si concludono così con una palla persa, e dall'altra parte Venezia ha 19" per gestire l'ultima azione. La difesa sembra tenere, e invece all'ultimo secondo Petronyte fa partire un gancio che si appoggia sulla tabella ed entra, regalando il derby all'Umana. Il Fila deve comunque uscire rinforzato da questa prestazione, e sarà chiamato a dimostrarlo già domenica alle 18, nella nuova gara casalinga con Empoli. GLI ALTRI RISULTATI. Ragusa-Palermo 83-61, Bologna-Geas 70-73, Empoli-Torino 94-72, Vigarano-Schio 70-78, Broni-Costa Masnaga 83-56, Lucca-Battipaglia 68-58. Classifica: Schio 32; Ragusa e Venezia 30; San Martino 24; Lucca e Geas 22; Vigarano, Broni e Empoli 16; Palermo 12; Costa Masnaga e Bologna 10; Torino 8; Battipaglia 4.

Ufficio Stampa Lupebasket

10 views
This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now