• Basket Rosa-PINKISBETTER

Il Tribunale Arbitrale Pallacanestro, pubblica tra le Guide BAT covid-19 la riduzione salariale

Il Tribunale Arbitrale Pallacanestro, l'organismo indipendente ufficialmente riconosciuto dalla FIBA, che fornisce servizi di risoluzione delle controversie tra giocatori, agenti, allenatori e club attraverso l'arbitrato, ha pubblicato una serie di linee guida BAT COVID-19.

Vista la straordinaria situazione causata dall'attuale pandemia di COVID-19 e al fine di fornire una maggiore certezza giuridica alla comunità del basket, le linee guida sono state emesse dal presidente della BAT Prof. Dr. Ulrich Haas, dal vicepresidente della BAT Raj Parker, e tutti i giudici delle BAT. Hanno lo scopo di fornire agli utenti effettivi e potenziali delle BAT, una guida nei procedimenti e contribuire a facilitare accordi consensuali all'interno della comunità del basket. Quale tribunale arbitrale indipendente che ha giudicato più di 1500 casi di pallacanestro nell'ultimo decennio, la BAT deciderà in caso di controversie finanziarie derivanti da contratti che includono una clausola sulle BAT. FIBA non è parte di questi contratti o controversie e il suo ruolo è limitato a garantire che i lodi BAT, una volta emessi, siano onorati dalle parti. La FIBA desidera incoraggiare tutti gli atleti, allenatori, agenti e i club a riconoscere le circostanze uniche che stiamo attraversando e raggiungere accordi con concessioni reciproche nella misura del possibile. È importante, soprattutto in questo periodo, raggiungere un accordo tra le parti in modo consapevole e responsabile, prima di ricorrere alla BAT o ad altri tribunali.

Nella guida, al capitolo sesto si trovano gli "effetti sugli obblighi contrattuali dei club" nel quale vengono esplicati gli obblighi contrattuali di un club nei confronti dei suoi allenatori e giocatori durante il periodo di blocco e come devono essere adattati.

I servizi ad esempio come auto, alloggi, pasti, assicurazione sanitaria; i premi distinguendo quelli raggiunti prima del lockdown, che sono dovuti ma la loro scadenza è definita ad inizio del campionato 2020/2021. Nessun premio maturerà durante il periodo di blocco, cosi come quelli per la posizione in classifica nei campionati nazionali e internazionali a.s. 2019/2020 a meno che, non vengano portati a termine dopo il periodo di blocco.

Al punto sedici ci sono i salari, specificando che devono venire pagati dai club gli stipendi a giocatori e allenatori deve essere tenuto conto di quanto in seguito:


- durante il periodo di blocco, l'obbligo dei giocatori e degli allenatori di fornire servizi è in gran parte sospeso (vedere n. 18, 19 di seguito per i giocatori);


- la crisi COVID-19 ha interrotto il quadro finanziario e le presunzioni in base alle quali i contratti sono stati stipulati tra le parti.


Sulla base delle considerazioni di cui sopra, è giusto che l'obbligo dei club di pagare gli stipendi durante il periodo di blocco sia soggetto a una riduzione generale come segue:


- fino a 2.500 EUR / mese Riduzione dello 0 - 20%

- superiore a 2.500 EUR / mese Riduzione del 50%


Nel decidere le percentuali precise da applicare in ogni singolo caso, il giudice terrà conto dei criteri descritti nel documento ufficiale in allegato.




0 visualizzazioni

BasketRosa© 2023 Contact Us

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now