• Basket Rosa-PINKISBETTER

MI RACCONTO A BASKET ROSA EMANUELA MORETTI


. "Il basket rappresenta il fulcro di tutta la mia vita; con il passare del tempo mi sono resa conto sempre più di quanto sia stato - ed è ancora - determinante per le scelte che ho fatto anche fuori dal rettangolo di gioco. Le emozioni che mi regala? Non credo siano esprimibili a parole, ma come ogni grande amore che si rispetti mi ha fatto provare (in base ai diversi momenti che ho dovuto attraversare) felicità, rabbia, paura, gioia, senso di assoluta libertà". Emanuela Moretti - classe 1997 - play/guardia in forza ad Ariano Irpino e la sua immensa passione per la palla a spicchi, nata all'età di 8 anni: un amore a prima vista. Ma entriamo più nel dettaglio di questa talentuosa cestista dalle qualità tecniche ed umane eccelse: "La mia carriera, fino a questo momento, ha vissuto di alti e bassi dove il picco negativo l'ho attraversato - nella scorsa stagione - con la rottura del crociato. Nonostante tutto credo di essermi divertita abbastanza fino ad ora, ma di non aver ancora assolutamente fatto niente. Le tappe più significative, o comunque quelle di cui sento l'emozione ancora forte come in quel momento sono: la Coppa Italia di A2 vinta a Napoli con la Dike, la Coppa Italia sempre di A2 giocata con San Giovanni Valdarno.... e poi l'esordio in A1 con Napoli". Inevitabile un pensiero sulla sua nuova esperienza ad Ariano Irpino che: "Rappresenta un po' un nuovo inizio, una piccola rinascita di Emanuela come giocatrice. Sulla scelta non ho avuto dubbi: conoscevo già il Coach, la piazza è caldissima, la squadra è giovane ed ambiziosa, l'ambiente sempre a disposizione delle giocatrici..... e poi è come tornata un po' a casa, nuovamente in Campania. Ad oggi, sono molto soddisfatta di questa scelta; abbiamo tutte le carte in regola per far un buon campionato, un giusto mix di sfacciataggine e piedi per terra". "Le aspettative personali", incalza Emanuela Moretti, "sono sicuramente legate al voler ritornare il tipo di giocatrice che ero prima dell'infortunio: sento che piano piano ci sto riuscendo; ad Ariano Irpino ho la consapevolezza di trovarmi nel posto giusto per questa mia rinascita. Come obiettivi di squadra non mi sento di poter fissare un'asticella; siamo un ottimo gruppo con tutte le carte in regola per entrare nei play-off. Poi - come ho detto - non ci poniamo limiti e sapremo alzare l'asticella, partita dopo partita, senza mai pensare troppo in là". Giocatrice d'energia, emotiva e di striscia: "Sicuramente non mi mancano carattere, voglia e - da buona casertana "cazzimma". Sono laureata in Psicologia e sto facendo un Master in Psicologia dello sport. Non so ancora bene cosa mi riserverà il futuro, ma sicuramente con la pallacanestro nella vita". E la conclusione è degna della sua grandezza: "Ci sono 3 parole che ripeto nella mia testa prima di ogni partita: DISCIPLINE, TOUGHNESS, SACRIFICE". Enrico Ferranti. Foto realizzata da Generoso Sapia.

0 visualizzazioni

BasketRosa© 2023 Contact Us

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now