• Basket Rosa-PINKISBETTER

RUBRICA, MI RACCONTO A BASKET ROSA ;FRANCESCA ROSELLINI.


"Il duro lavoro paga sempre. Questo è l'esempio che la mia famiglia mi ha sempre trasmesso". Francesca Rosellini, classe 1990 (nata a Pisa ma di Montecatini Terme), di questo esempio ne ha fatto tesoro, tanto da diventare una campionessa di assoluto prestigio.... in campo e nella vita. Play-guardia in forza alla RR Retail San Giovanni Valdarno, una passione per questo meraviglioso sport - la sua - nata alle scuole elementari San Giuseppe dove suo fratello giocava: "Così iniziai anch'io", incalza la cestista. "La pallacanestro - per me - è più di un semplice gioco.... ma uno stile di vita, amore, odio, passione e dolore. È parte di me, dato che ho lasciato la mia famiglia a soli 14 anni per dedicarmi totalmente al mio sogno. All'epoca andai a giocare a La Spezia dove sono stata 4 anni fino al diploma, per poi iniziare a girare diverse squadre su e giù per l'Italia, togliendomi qualche soddisfazione come il campionato di A2 vinto con la Ginnastica Triestina nel 2013/14 e quello vinto 2 anni fa ad Empoli, grazie al quale ho avuto l'occasione di poter giocare nella massima serie: un'esperienza bellissima". Ma veniamo alla sua nuova esperienza in terra toscana: "Arrivando a San Giovanni Valdarno ho trovato un gruppo fantastico, un ottimo staff che ci fa lavorare duramente ogni giorno per cercare di raggiungere gli obiettivi prefissati. La società è molto motivata, competitiva e vuole far bene.... per questo mi è subito piaciuta l'idea di poterne far parte. Sono molto contenta di essere qua oggi e mi sento un po' alla casa, essendo toscana: questo - per me - è ancora più motivante. La mia aspettativa personale è quella di riuscire a dare a tutto il gruppo quello che serve, partita dopo partita, per vincere più possibile, a livello collettivo e singolarmente". Che cestista si reputa Francesca Rosellini? Pregi e difetti in campo? "Mi reputo una giocatrice a cui piace il gioco di squadra, aggressiva e che non si arrende mai. Come pregi potrei dire il tiro da 3 e l'arresto e tiro; come difetti sicuramente da migliorare l'uso della mano sinistra ed essere in grado, in ogni situazione, di fare la scelta più corretta". Notevole tutta la sua grandezza anche al di fuori del parquet: "Sono laureata in Scienze Motorie e studentessa in laurea magistrale in Nutrizione Umana; inoltre, da 5 anni, sono Istruttrice di minibasket. Sono molto partecipe nella mia famiglia, anche a livello lavorativo; mi piace sempre tenermi occupata, ascoltare musica ed imparare cose nuove. Il mio progetto è quello di diventare Nutrizionista entro la prossima estate per poter poi iniziare a mettere in pratica ciò che ho studiato".  Enrico Ferranti.

233 visualizzazioni

BasketRosa© 2023 Contact Us

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now