• Basket Rosa-PINKISBETTER

Serie A1, le interviste: Valentina Baldelli ci fa conoscere il suo amato cane Simba


Il campionato e ogni attività sportiva sono momentaneamente sospesi? Allora è il momento giusto per scoprire qualcosa in più sulle nostre ragazze e sulle passioni che caratterizzano la loro quotidianità oltre alla palla a spicchi. Ad esempio, se dalle parti del palazzetto di via Verdi, proviamo a pronunciare il nome "Simba", chiunque sa perfettamente che si tratta del cane della nostra super playmaker Valentina Baldelli.E se dovesse spuntare un cartello "Simba sindaco", non ci stupiremmo poi così tanto, dato quanto è famoso in queste zone. Torniamo un po' indietro nel tempo, però: come è iniziata questa storia d'amore, Vale? "Simba è un labrador di 8 anni. Ho avuto la fortuna di incrociare la sua strada una mattina di settembre di 8 anni fa, quando la mia ex-allenatrice di minibasket mi ha chiamato per dirmi che aveva un “cucciolino" di Labrador da regalare e la prima persona a cui ha pensato sono stata io... una gioia infinita ricevere quella chiamata ci sono voluti solo trenta secondi per convincere mia mamma, pur avendo già un cane. Per fortuna, abbiamo un bel giardino e anche la mamma era da subito entusiasta". Con due cani, di cui un cucciolo, immaginiamo che non ci fosse tempo per riposarsi. "Simba ha passato il primo anno di vita in casa con noi e con il suo nuovo fratellino Ringhio, un cocker nero di 10 anni a cui è stata stravolta completamente la quotidianità. Poi, dopo aver fatto conoscenza, hanno iniziato a distruggere il giardino, per la gioia di mia mamma". Adesso siete davvero inseparabili. E Simba come ha preso le tue assenze per andare ad allenarti o per le partite? "Quando vado ad allenamento è molto tranquillo, sa che deve andare in terrazza ed aspettarmi.. e ogni volta che rientro sembra che non ci vediamo da un mese. Quando, invece, vado in trasferta lo lascio ai miei zii acquisiti di Costa, Alessandra e Leonello: due persone stupende che impazziscono per Simba e lo trattano veramente come un principino. Sono stati la mia salvezza, altrimenti non sarei mai riuscita a conciliare tutto". Come si svolge una giornata tipo con Simba? "La giornata tipo con Simba a Costa Masnaga è molto attiva: sveglia alle 8.30 per la prima passeggiatina intorno casa e primo pasto a base di crocchette, poi seconda uscita, poco prima di pranzo, per una bella passeggiata nei numerosi parchi di Costa (e questa di solito è la passeggiata più lunga di almeno un'ora); post pranzo un bel riposino, poi terza uscita prima di andare ad allenamento e pasto con crocchette. Infine, per concludere la giornata al meglio, ultima uscita alle 23 circa e poi, finalmente, a nanna!". Qualche disastro in tua assenza, però, Simba deve averlo pur combinato, no? "Sì, proprio il primo giorno che è arrivato a Costa: la prima sera che è rimasto in balcone da solo non l'ha presa molto bene... e ha deciso di mangiare l'intero sacchetto dell'umido (ha lasciato solo la buccia delle banane), ed è stato male per la successiva settimana. Per il resto, mi ritengo fortunata, dato che non ha mai fatto grandi disastri". Qualche vizietto (goloso) umano ce l'ha Simba? "Simba mangia qualsiasi cosa: peccato che è allergico e può mangiare solamente crocchette ed è questa la sua più grande disperazione!". A questo punto non può mancare un aneddoto divertente: "Uno dei momenti esilaranti che ricordo è una sera di due anni fa: a Costa nevicava e sia io che Simba adoriamo la neve. Quindi, siamo usciti sprizzanti di felicità alla sera, per giocare e divertirci. C'era un'atmosfera troppo bella e siamo riusciti pure a convincere Giulia ad unirsi a noi. Appena Simba l'ha vista arrivare è impazzito di gioia... ha iniziato a correrle incontro velocissimo, ma essendoci la neve, non è riuscito a frenare al momento giusto e praticamente è entrato in scivolata su Giulia, che è volata a terra... abbiamo riso per un'ora di fila!". Per finire, una domanda "alla Marzullo": visto che dicono che i cani assomigliano ai loro padroni, è vero che Simba ha il carattere di Valentina? "Mi sento di dire che è proprio vero, abbiamo lo stesso carattere. Entrambi siamo per la pace del mondo, adoriamo giocare (entrambi fissati per le palline/palle da basket), ci piace mangiare, adoriamo i bambini e amiamo fare delle grandi passeggiate... stiamo proprio bene insieme, ecco!".

43 visualizzazioni

BasketRosa© 2023 Contact Us

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now