• Basket Rosa-PINKISBETTER

Serie A2: la rincorsa di MantovAgricoltura viene arrestata dalle giovani di Sanga



SESTA GIORNATA GIRONE DI RITORNO: MANTOVAGRICOLTURA 59 – SANGA MILANO 63

(11-22; 18-33; 37-49; 59-73)

MantovAgricoltura cede il passo alle avversarie di Sanga nel match casalingo giocatosi questa sera, sabato 15 febbraio, presso il DLF.

​La partenza è in sordina per le biancorosse che trovano solo il ferro in diverse occasioni ai tiri liberi riuscendo tuttavia a trovare il primo vantaggio della partita col 4-0.

Milano è però svelta a ricucire e a portarsi addirittura in vantaggio con una tripla che ribalta sul 4 a 7 in favore delle ambrosiane. Giulia Monica si carica le sue sulle spalle prima con una bomba complicatissima allo scadere dei 24 secondi e poi con altri due punti agguantando il pareggio (11-11). Sanga continua a punire e riesce ad allungare fino al +10 che chiude il primo quarto sull’11 a 21.

​Secondo quarto molto fisico, specialmente da sotto le plance (Kotnik caricata di falli), le giocatrici di coach Pinotti cercano ancora l’allungo, ma il parzialino viene bloccato dalla rovesciata di Bottazzi che prova a rilanciare le mantovane. Il Sanga è però sugli scudi, mentre le sangiorgine sono sanguinose ai tiri liberi, riuscendo così a consolidare il divario creatosi e concedendo solo 7 punti in tutto il quarto alle biancorosse, mentre il loro allungo le porta, alla pausa lunga, su 33 punti.

​Il rientro dopo la pausa è inizialmente polveroso per le biancorosse che giocano con maglie difensive troppo aperte, mentre Sanga procede imperterrita con percentuali al tiro molto alte. Nonostante ciò le giocatrici di coach Botticelli non si tirano indietro e continuano a rincorrere aggredendo meglio la partita e trovando dei punti importanti, sebbene il canestro non premia a dovere. Il terzo quarto è stato però caratterizzato dalla sfortunata serata per una delle arbitri, Chiara Tomasello, che ha occorso un infortunio che l’ha costretta a lasciare il campo: la partita è dunque proceduta sotto la supervisione della sola collega, Arianna Del Guadio ed il gioco è rimasto fermo per una decina di minuti. Dopo il momento di sospensione dei giochi due triple di Monica accorciano fino al 36 a 47. Bernardoni, allo scadere del tempo, subisce fallo portandosi alla lunetta con un 1/2 che segna il 37 a 49 per Sanga, ma MantovAgricoltura ha tirato fuori le unghie dimostrando di non voler cedere così facilmente.

​Ultima frazione di gioco in cui le percentuali milanesi continuano ad essere molto alte e qualche pallone perso di troppo concede ripartenze alla giovane formazione arancio-nera. Bottazzi trova però due triple che riaccendono la speranza sangiorgina, ma sistematicamente Sanga respinge i tentativi rispondendo a tono. Petronio si porta al tiro libero per stringere fino al -10, mentre è Kotnik che firma il -7 di San Giorgio subendo un fallo e portandosi a casa un gioco da 2+1.

Il momento positivo delle mantovane si arresta con la tripla di Toffali di tabella per il 52 a 63, le sangiorgine stanno però ancora rincorrendo e si rimettono sotto la doppia cifra di svantaggio.

Nel finalissimo le biancorosse continuano a rincorrere e ad aggredire la partita, ma il divario continua a rimanere tale e a consolidarsi non concedendo alle giocatrici di San Giorgio di agguantare il pareggio e dunque archiviando la partita con una sconfitta.

​Passate queste due settimane di partite in casa per MantovAgricoltura i giochi ora si spostano nuovamente in trasferta e sabato sarà la volta di Ponzano al PalaCicogna.

Forza ragazze, testa al prossimo impegno e non si demorde: DAJE!

MantovAgricoltura: Pastore, Giordano 7, Petronio 4, Antonelli 3, Kotnik 5, Bernardoni 6, Pizzolato, Bottazzi 11, Monica 20, Ruffo 3, Errera. All.re Botticelli S.

Ponte Casa d’Aste Sanga Milano: Toffali 21, Cicic 22, Guarneri, Beretta 11, Visigalli 3, Lussana 2, Quaroni 10, Trianti, Carrara, Stilo 4. All.re Franz Pinotti U.

0 visualizzazioni

BasketRosa© 2023 Contact Us

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now