• Basket Rosa-PINKISBETTER

VelcoFin InterLocks- Fanola S.Martino di Lupari 59-60 (6/13, 26/31, 39-40)



VelcoFin InterLocks: Olajide 11, Peric 16, Gramaccioni 5, Monaco 7,

Luraschi ne., Zavalloni 8, Kolar, Profaiser 2, Mioni 3, Salvucci ne., Meroni

4, Sartore 3. All Aldo Corno

Tiri da due 17/45 tiri da tre 4/17 Tl 13/18 Roff 16 Rdif 26 Rtot 42 PP 24

PR 16

Fanola S.Martino: Guarise 17, Fietta, Beraldo 4, Peserico 12, Amabiglia 3,

Coccato, Nezaj, Giordano, Benato 2, Antonello ne., Rosignoli 9, Toffolo 13.

All Enrico Valentini

Tiri da due 22/47 tiri da tre 4/15 Tl 4/8 Roff12 Rdif 27 Rtot 39, PP 22

Pr 16

Arbitri: Davide Quadrelli di Cassano Masnago e Jacopo Spinelli di Cantù.

Ci risiamo, purtroppo. Ancora una volta VelcoFin InterLocks non riesce a violare il

suo campo. Sconfitta bruciante quella contro le pari età di S.Martino. Era prevedibile

un testa a testa fino alla fine: ma qui sta la colpa delle vicentine! Non si può andare

sotto di 15 punti in una partita così fondamentale che si preannunciava (e lo è stata

per 25 minuti) equilibrata! I primi 14 minuti sono stati una sofferenza. Sei punti nel

primo quarto; e al 4° del secondo atto 10-25 per le avversarie. A questo punto

VelcoFin InterLocks si scuote dalla svogliatezza e dalla apatia in cui era precipitata e

dimostra tutta la sua vitalità e l’intenzione di recuperare e di vincere! Questo per

dire che, senza quell’inizio sconcertante, Vicenza (non ce ne vogliano le Lupe che

sicuramente nulla hanno “rubato”) avrebbbe potuto e dovuto far sua la partita: una

partita combattuta, lottata fino alla fine, con tanti errori e confusione da ambo le

parti, ma macchiata indecentemente dall’avvio balordo. Si sa che talvolta le partite

si riaccendono in un attimo: sono bastate 2 bombe consecutive di Meroni e

Zavalloni al 7° a riportare in gara sul 20/25 il team di Aldo Corno, che si è sgolato per

tutto il match come neanche nei tempi migliori. E’ il terzo atto a portare la parità e

addirittura a far guadagnare la testa con un centro da tre della “bimba” Sartore sul


44-42. Poi un’ altalena di canestri con Peserico in gran spolvero. Sul 48 pari al 5°il

momento decisivo. Sale in cattedra un piccolo grande talento dalla personalità

precocemente spiccata che ha sostituito alla grandissima Pasa, la titolare

infortunata: Irene Guarise cl 2003 (16 anni appena compiuti) con tre canestri

consecutivi, frutto della sua bravura e degli errori vicentini, spacca la partita e porta

al vantaggio decisivo: 50/56. Vicenza reagisce con orgoglio e si riporta con Olajide

sul 56/58. Ma Guarise dalla lunetta è glaciale siglando il più 4 decisivo e la bomba di

capitan Monaco in chiusura serve solo ad aumentare rimpianti e recriminazioni.

Chiudiamo con una nota positiva. Matilde Sartore cl 2002 ha tenuto con

autorevolezza il campo per 18 minuti e mezzo; Milena Mioni cl 2001 per 22: una

iniezione di speranza e di fiducia. E sabato trasferta a Milano contro un Sanga in

ottima forma.

Ufficio Stampa

VelcoFin InterLocks Vicenza

0 visualizzazioni

BasketRosa© 2023 Contact Us

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now