VelcoFin pronta per il conto, B&P vuol saldare a Vicenza

May 10, 2017

 
Ancora poche ore e il “PalaMia” di Costa Masnaga farà da privilegiato palcoscenico alla seconda puntata del duello tra VelcoFin e B&P Autoricambi, crocevia delle ambizioni di venete e lombarde nel possibile trittico di partite che vale l'accesso alla serie finale. A fronte dell'esito di Gara 1 (70-66 per il team di coach Corno) vicentine e masnaghesi si avvicinano all'appuntamento con stati d'animo differenti, ma anche con il comune obbiettivo di assicurarsi la posta in palio. Un vero e proprio imperativo categorico per Costa, costretta a dimenticare il finale dello scorso fine settimana e a ripartire da un terzo periodo di assoluto spessore, per puntare a quel successo che le permetterebbe di continuare la stagione. Ma anche un traguardo da tagliare quanto più rapidamente possibile per Vicenza, che dovrà ricominciare dalla straordinaria reazione emotiva degli ultimi spiccioli di Gara 1 e, soprattutto, trovare soluzione al rebus di un terzo periodo dai tanti punti interrogativi: un film già visto..
“Credo sarà una partita difficile - anticipa Giulia Pegoraro - il nostro obbiettivo di Gara 1 era quello di vincere per garantirci comunque la via di fuga della terza partita e andare a Costa sapendo che, adesso, la pressione è soprattutto sulle spalle di Maiorano &C. Per loro si tratta di dentro o fuori. Da parte nostra sarà importante saper gestire i 40' come nel primo confronto, cercando di imporre il ritmo che vogliamo, di mantenere alta la concentrazione e di essere pronte ad affrontare il coinvolgimento offensivo di tutte le atlete di casa. Dobbiamo e dovremo avere ben presente che la B&P non è solo Baldelli e che ha molte soluzioni a disposizione, a fronte di un roster di assoluta qualità: che, a mio giudizio, è il più competitivo di entrambi i gironi. La chiave? Attenzione massima, certo, ma anche calma e serenità, dato che Gara 1 è nella nostra cassaforte. Però con la determinazione agonistica e la volontà di essere squadra che ci hanno permesso di aggiudicarci la prima sfida”. 

Una vera e propria “battaglia” sportiva, emozionante e coinvolgente, quella consumatasi nello scorso fine settimana in terra vicentina: “Nella terza frazione - analizza “Pego” - abbiamo sofferto di più, sia in attacco che in difesa. Credo, comunque, che siamo arrivati ad un punto della stagione in cui ci sono anche gli avversari. Costa Masnaga di certo non era venuta al PalaGoldoni per fare una passeggiata: secondo me nei primi 20' si è quasi... sorpresa della nostra prestazione, ma dopo l'intervallo le lecchesi sono rientrate, anche giocando meglio di squadra. Baldelli, fino a quel momento il vero punto di riferimento soprattutto in attacco, era in panchina e la squadra è state abile nel costruire tiri per tutte le altre giocatrici, cogliendoci un pochino impreparate. L'aspetto positivo? Indubbiamente la nostra reazione - evidenzia, spargendo miele, il play rodigino - perché ci siamo trovate a dover ricucire uno strappo che poteva costare caro e perché, a 5' dalla fine, l'inerzia era tutta nelle loro mani. Siamo state brave, davvero. Quella di Sabato è stata forse la partita nella quale abbiamo messo più cuore, più cattiveria agonistica e unione di squadra per raggiungere il risultato. Che è arrivato. E l'esplosione di gioia finale è stata un chiaro segnale che il gruppo è compatto e focalizzato verso l'obbiettivo”.
Appuntamento domani, Mercoledì 10 alle 21, al “PalaMia” di Costa Masnaga, arbitri Daniele Calella di Bologna e Emmylou Mura di Cagliari.
Ufficio Stampa VelcoFin Vicenza  

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti