BasketRosa© 2023 Contact Us

Rimbocchiamoci le maniche, c'è tanto lavoro da fare

July 25, 2017

di A.M.

 

Ancora una volta dobbiamo fare i conti con la triste realtà che ormai, da parecchio tempo a questa parte, caratterizza l’intero ambiente del basket femminile italiano. Quello che aveva tutti i crismi per diventare l’anno della rinascita, si è rivelata invece una nuova, dolorosa pagina per questo meraviglioso sport. Una squadra decide di rinunciare alla massima serie, un’altra vince il campionato di A2, ha il sacrosanto diritto di partecipare alla A1, ma per motivi ben precisi e non di poco conto, sceglie di non salire in cima all’Olimpo. Avanti, quindi, con i ripescaggi. Chi si fa avanti? Nessuno. Zero. Tabula rasa. In conclusione: il campionato di A1 vedrà la presenza di sole 10 (leggasi dieci, ripetiamo, dieci) squadre. Senza dimenticare le società, promosse o già presenti in A2, che hanno dovuto dire addio. Tutto ciò dovrebbe far iniziare una lunga e profonda riflessione. E’ possibile che nell’ultimo decennio un numero indefinito di squadre ha deciso di gettare la spugna? Come mai non vengono prese misure per incentivare e soprattutto tutelare la pallacanestro femminile italiana? Da parecchi anni a questa parte, si parla – assolutamente in buona fede – di rilancio dell’immagine del movimento. Con le politiche ora in corso, diventa quasi impossibile far innamorare gli italiani del basket femminile. Sarebbe quindi opportuno un cambio radicale, netto, quasi rivoluzionario, abbattendo – per prima cosa - i costi per la partecipazione ai campionati, oggigiorno assolutamente proibitivi per i club. Cambiando argomento ma non troppo: sarano maturi i tempi per garantire alle atlete le misure previdenziali che da anni richiedono? Terza questione: vogliamo veramente che si parli il più possibile di basket femminile? Mettiamoci in gioco: propagandiamo sui social – l’unico potente mezzo di comunicazione in nostro possesso – quello che accade all’interno del movimento. Vogliamo far riavvicinare più gente possibile alla pallacanestro rosa? Ripartiamo dal basso, dai territori, organizzando iniziative collaterali all’attività agonistica delle squadre. Insieme e uniti, possiamo fare tante cose per cambiare la situazione di pantano attuale. Uniamoci, e senza troppi affanni, ce la faremo a risorgere. 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti