BasketRosa© 2023 Contact Us

A1: Esordio da urlo per Broni, batte Lucca campione d’Italia all’Opening Day

October 2, 2017


BRONI-LUCCA 67-55 (18-10 ; 11-13 ; 15-16 ; 23-16)
BRONI: Moroni 7, Wojta 26, Ravelli 11, Castello 1, Premasunac 8, Fusari 3, Gatti 4, Lee 7 (1/5), Costa ne, Pavia ne, Strozzi ne, Baldan ne. All. Sacchi
LUCCA: Melchiori 4, Battisodo 20, Tognalini 2, Drammeh 3, Roberts 10, Crippa 7, Brunetti 2, Udodenko 7, Nicolodi, Salvestrini ne. All. Barbiero
Note: tiri liberi Broni 20/25 ; Lucca 10/16

Un anno dopo lo storico esordio vincente all’Opening Day, Broni ci prende gusto e si ripete in quello di Ragusa battendo la Gesam Gas&Luce Lucca campione d’Italia. Un partita da incorniciare, ben giocata quella del PalaMinardi da parte delle biancoverdi, ottima la prestazione dell’americana Wojta che ne firma 26 a referto. Alla fine è festa con tutta la squadra sotto il settore dedicato ai Viking, giunti in una cinquantina in Sicilia a sostenere le ragazze per questa prima di campionato.
LA PARTITA. Broni sempre avanti e anche quando la Gesam Gas è tornata a stretto contatto non ha mai mollato, rimanendo concentrata fino alla sirena finale. Nel primo tempo l’ago della bilancia lo fa Lee, quando l’americana riesce a muoversi sotto canestro e girarsi difficilmente sbaglia, recupera extra possessi e rimbalzi, data la stazza, subisce molti falli. Dall’altra parte Lucca, scesa fino al meno 13 (18-5), si affida in particolare all’estro e all’esperienza di Crippa che le riporta sul 25-23. Le biancoverdi reggono comunque in difesa, con una Premasunac gravata di falli in panchina, è Wojta a prendersi sulle spalle l’attacco segnando i canestri che permettono a Broni di rimanere davanti alla fine del primo tempo (29-23), un distacco che viene ribaltato anche dopo la pausa lunga. Lucca, in cui giganteggia Battisodo, si porta in vantaggio per la seconda volta (dopo il 2-0 iniziale), mentre Broni non trova il canestro per quasi cinque minuti finchè è ancora Wojta ad infilare la retina. Poi tra il terzo e quarto periodo tre triple (Fusari, Ravelli e Moroni), il solito canestro di classe di Wojta danno alle biancoverdi ancora il più 12 (51-39). Lucca non ci sta e alza l’intensità in difesa per recuperare palloni, si arriva nel finale con un vantaggio di 8-10 punti. Le biancorosse sono costrette al fallo sistematico per fermare il cronometro, Wojta e Premasunac mettono la parola fine con i liberi alla partita. “Volevamo partire forti - spiega Ashley Ravelli -. Abbiamo messo in campo tutto, le rotazioni sono corte, ma non abbiamo mollato un secondo. E’ una bella inizione di fiducia per noi, speriamo bene per le prossime partite. Abbiamo avuto qualche momento di difficoltà, ma ci siamo sempre riprese. Lucca è una squadra di esperienza, ma noi non abbiamo mollato un solo secondo e questo è il risultato che è arrivato, un risultato fondamentale. Abbiamo regalato una bellissima soddisfazione ai nostri tifosi che si sono sobbarcati tantissimi chilometri e sono venuti fin qui a Ragusa per incitarci, sono veramente il nostro sesto uomo in campo. Siamo felicissime di aver potuto vincere anche per loro, soddisfazione doppia”. 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti