BasketRosa© 2023 Contact Us

ELENAFIETTA SI RACCONTA:

December 27, 2017

Classe 1995, playmaker nel Fanola San Martino in serie A2. A parlarci di lei è Elena Fietta, cestista di indubbio valore in forza alla compagine veneta: "La mia passione per la pallacanestro", le sue parole, "è nata in quarta elementare.. un mio compagno di classe giocava e portava sempre il pallone a ricreazione per giocare. Un giorno sono andata con lui ad allenamento e da lì non ho più smesso; anche se fino a 15 anni il mio sport principale era lo sci, non sono mai riuscita a mettere giù il pallone". Che cosa rappresenta per lei questo sport? "Tutto", afferma Elena, "lo vivo ogni giorno a 360^gradi e non cambierei la mia vita di una virgola. Grazie alla pallacanestro ho fatto delle amicizie che so dureranno per sempre, anche se non ci si vede tutti i giorni. Ho imparato il significato del lavoro, del sacrificio e il concetto di condivisione con altre 12 personalità diverse". Le soddisfazioni non mancano: "L' esperienza alle finali U17 e U19 con la mia vecchia squadra di Bassano e Marta Corà - la mia Coach di quei tempi - con la quale ho ancora uno splendido rapporto: quei 3 anni alle finali sono stati meravigliosi e ho dei ricordi bellissimi di quella squadra. Poi, sicuramente, la vittoria contro la Matteiplast Bologna (prima squadra in campionato che poi è stata promossa in A1) in gara 2 dei play-off dello scorso anno dopo essere arrivate ottave in campionato: quella partita è stata pazzesca, punto a punto fino alla fine e mi ricorderò sempre l'emozione dell'abbraccio che ci siamo date quando è suonata la sirena". Pregi e difetti? "Questi ultimi - in campo - sono molti ma sto lavorando per ridurli: essendo veloce, ogni tanto perdo il controllo e non vedo ciò che mi succede attorno.. perdendo il tempo per i passaggi. Devo migliorare molto il tiro da fuori, soprattutto da 3 punti e lavorare tanto con la mano sinistra. Poi però penso di essere una buona compagna di squadra, se vedo una compagna in difficoltà provo a darle una mano con una pacca sulla spalla o servendole uno scarico in più nella posizione che lei preferisce per metterla in ritmo. Cerco di essere sempre il meglio che posso per aiutare la squadra". Elena Fietta ci parla di lei anche al di fuori del parquet: "Studio Biotecnologie Mediche all'Università di Padova e dovrei laurearmi alla triennale a marzo, se tutto andrà bene. Quando posso mi piace sciare e giocare a golf (d'estate). Ho una sorella più piccola, Ludovica, che adoro: gioca anche lei con le Lupe in U18, serie C,e qualche volta è convocata anche in A2. I miei progetti futuri? Attualmente sono di laurearmi e iscrivermi alla magistrale di Medical Biotechnology per finire gli studi e chiaramente di giocare a basket il più a lungo possibile. Il mio sogno è di arrivare a giocare in A1 con le Lupe". La conclusione di questa intervista è degna di una grandissima giocatrice: "Traggo esempio dalle persone che mi stanno intorno.. come i grandi sacrifici che ha fatto mio papà quando giocava a Hockey. Imparo anche dall'etica di alcune mie compagne di squadra che sono impressionanti. C'è una frase che mi ispira e mi aiuta molto: "IL CONTROLLO È IL 70% DEL SUCCESSO". Enrico Ferranti. Foto realizzata da Carlo Silvestri. 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti