BasketRosa© 2023 Contact Us

A2 CARUGATE, non basta un primo tempo quasi perfetto Castelnuovo vince grazie a un terzo periodo irreale

Venticinque minuti giocati all'altezza di una delle migliori squadre del campionato. Un primo tempo chiuso in vantaggio con una prestazione di squadra al 100%. Il piacere di passarsi la palla in attacco, le gambe che si muovono e gli aiuti reciproci in difesa. Venti minuti quasi perfetti.

Poi una ripresa irreale, quelle delle avversarie. Arrivavano da 1-11 da tre punti: fanno 6-10 solo nel terzo quarto, trascinate dal playmaker Madonna, che ne segna tre di fila. Una serie di canestri messi a segno anche all'ultimo secondo, con i piedi anche piuttosto distanti dall'arco, che hanno messo inevitabilmente ko il morale delle ragazze allenate da coach Piccinelli, che poi è anche il loro punto debole, considerata anche l'età media di Carugate, tra le squadre più giovani del campionato. CHE DUELLO KATSHITSHI-ZELNYTE!

47-67 il punteggio finale tra Carosello ed Eco Program, al termine di una gara, come detto, equilibratissima nel primo tempo, dopo di che Castelnuovo Scrivia ha alzato notevolmente l'intensità difensiva e soprattutto ha avuto un grande apporto dalla panchina, non a caso son andate a referto in dieci. Carosello dal canto suo ha disputato un ottima gara finché ha avuto benzina, e soprattutto finché il talento individuale delle avversarie non è emerso in tutta la sua completezza, dalla mano caldissima di Madonna all'atletismo della giovanissima congolese Katshitshi, splendido il suo duello con Laura Zelnyte, non al meglio fisicamente, ma che comunque ha chiuso con 9 punti, 14 rimbalzi e 3 stoppate.

Per Carugate anche 17 punti di Cecilia Albano e 8 di Giulia Gombac, che ha disputato la gara con due dita fasciate.

PICCINELLI: ALL'ALTEZZA DELLE PIU' FORTI

Coach Piccinelli ancora una volta deluso dal risultato, ma contento per i buoni segnali inviati dalle ragazze: "Soddisfatto perché abbiamo giocato 25 minuti all'altezza di quello che per me è uno dei migliori collettivi del campionato. All'andata avevamo subito una brutta sconfitta ma ero certo che non eravamo quello che avevamo messo in campo allora. Contento anche perché siamo rimaste a galla giocando sempre di squadra, insieme nel bene e nel male. Nel secondo tempo ci siamo lasciati andare dopo l'incredibile terzo quarto di Madonna e compagne. D'altronde molte di loro l'anno scorso giocavano in serie A".

In classifica, le vittorie di Albino e Pordenone lasciano Carugate penultima assieme a Bolzano e Cagliari a 8 punti, con San Martino ancora fanalino di coda a quota 4.

Carosello Carugate - Eco Program Castelnuovo 47-67

Zucchetti, Rossini 4, Diotti 6, Pontillo ne, Macalli 1, Rossi 2, Zelnyte 9, Beccaria, Mariani, Albano 17, Zolfanelli, Gombac 8. All. Piccinelli

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti