BasketRosa© 2023 Contact Us

Sara Giari si racconta

June 24, 2018

 

 

"Adoravo il calcio e volevo solo giocare a pallone, non ne volevo sapere degli altri sport. Alla fine i miei genitori, contrari al fatto che volessi praticare un'attività fisica secondo loro da maschi, mi portarono a fare delle prove a pallacanestro: da lì fu amore a prima vista. Oggi devo solo ringraziarli per non avermi fatto fare calcio, se sono diventata quella che sono è anche per merito loro".  Inizia così a raccontarci di lei Sara Giari, classe 1992... nata a Livorno: "Sono una giocatrice della NBF basket femminile e rivesto il ruolo di guardia/ala anche se - negli anni - mi sono adattata un po' in tutti i ruoli in base alle esigenze della squadra". Sara, indubbiamente, si è tolta delle soddisfazioni molto importanti: "A partire dall'esordio in serie A1, fino a ritagliarmi qualcosa in più a Livorno e poi ad Alghero. Mi ritengo una giocatrice che vuole dimostrare con i fatti, non con le parole... più da difesa che da attacco. Amo comunque i contropiedi, ho una buona penetrazione e un buon tiro. Pecco della giusta grinta e spesso sono altruista nelle scelte perchè preferisco fare assist alle mie compagne o metterle in condizioni di segnare". Che cosa rappresenta la pallacanestro per questa cestista? "Divertimento, passione, momento di condivisione e sfogo in cui non riesci a pensare ad altro se non alla palla a spicchi e a te stessa". Un pensiero, inevitabile, per la nuova esperienza in una categoria di indubbio valore come la serie A2: "Mi auguro di saper essere all'altezza di misurarmi in un livello sicuramente più difficile, magari un po' più da protagonista sapendo che non sarà facile conciliare lavoro e sport". Significativo il motto di Sara Giari: "MAI MOLLARE, perchè - come ben sappiamo - il basket è imprevedibile. La nostra finale in casa contro Scafati ne è l'esempio: tutti ci davano per sconfitte ma con cuore, testa e grinta siamo riuscite a ribaltare il punteggio dell'andata e a conquistare l'obiettivo prefissato ad inizio stagione. Una gioia immensa". 

Foto realizzata da Daniele Lenzi.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti