BasketRosa© 2023 Contact Us

Jamborèe: Quelli del minibasket a Montecatini Terme

Quelli del minibasket...invadono Montecatini Terme. Dal 5 al 8 luglio la località termale toscana è sede del Jamboree Nazionale 2018, una quattro giorni di minibasket a ritmo incessante con 120 fra ragazze e ragazzi provenienti dalle 20 regioni d'Italia.

Organizzato dal Comitato Regionale FIP Toscana, l'evento si svolge sui tre playground allestiti in varie zone di Montecatini (nella centralissima Piazza del Popolo, di fianco allo storico PalaVinci, e nell'area dell'Ippodromo), che si conferma “basket city” dopo la Finale Nazionale Under 18 Eccellenza a metà giugno e prima del Corso Istruttori Nazionali Minibasket - Secondo Anno dal 22 al 28 luglio. 

“Colgo l'occasione per ringraziare l'amministrazione comunale che ci ha permesso di organizzare tutte queste attività - dice Marco Petrini, Presidente del Settore Minibasket FIP – godendo sempre un'accoglienza super. Il Jamboree è un termine acquisito dal mondo degli scout. Vuol dire vivere un'esperienza comune. Qui a Montecatini abbiamo portato 60 ragazzi e 60 ragazze Esordienti, una categoria di passaggio fra il minibasket e il basket. La versione 'mini' del basket è stata la prima espressione di minisport in Italia. E' un'attività preparatoria alla pallacanestro, che vogliamo fare senza calcare troppo sul risultato. Il fenomeno del drop out, l'abbandono dello sport nella fascia d'età fra i 14 e i 16 anni, lo conosciamo bene ed è troppo diffuso. Sta a noi indirizzare nel modo corretto alla pratica agonistica, che può essere un percorso molto, molto lungo".  

I rappresentanti delle 20 regioni sono stati divisi in quattro grandi gruppi: Le Tamerici (Toscana, Sardegna, Liguria, Sicilia Calabria), Ippodromo (Lombardia, Marche, Umbria, Puglia, Basilicata), Funicolare (Veneto, Lazio, Trentino Alto Adige, Piemonte, Valle d'Aosta), e Tettuccio (Emilia Romagna, Campania, Molise, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo). 

In ballo qui non c'è la vittoria a tutti i costi. L'obiettivo, come ricorda il Responsabile Tecnico del Settore Minibasket FIP Maurizio Cremonini, è infatti quello “di stare insieme, trovarsi, condividere”. “Noi siamo quelli del minibasket – continua il tecnico federale –, e questa è una frase che richiama all'appartenenza. A questi 120 ragazzi ho ricordato che loro sono qui per rappresentare il minibasket, e non solo giocando. Passeggiare per strada, porsi di fronte alla gente in modo educato, rispettare le regole del vivere insieme in uno spazio comune, sono tutti aspetti che descrivono il progetto educativo che sta dietro al modello del nostro giocosport”. 

 

 Credit Foto: Fip Veneto

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti