Mondiali U17, inizia con una sconfitta il cammino delle Azzurrine

July 21, 2018

 

Ci siamo è debutto per la Nazionale italiana U17 a Minsk, fare meglio dell’Argento della scorsa edizione è dura, ma queste ragazze sono determinate e dovranno dimostrarlo scrollandosi di dosso l’emozione da debutto subito contro “il basket” per definizione, la Nazionale USA.

 

Si parte, il primo canestro arriva per le americane con Jones, mentre a sbloccare il punteggio Italia è Pastrello da oltre i 6,75, poi le Azzurrine si spengono offensivamente e le americane scavano il primo divario segnando da sotto la plance e in 4’ di gioco conducono 10-3. Usa continua a condurre, mentre le nostre Azzurrine non riescono a trovare il modo per servire in area e ci rimette in gara un tiro dalla lunga di Natali 18-10, mentre in difesa non riusciamo a contenere la fisicità delle statunitensi che arrivano a concludere al ferro. Altri cinque punti segnati da USA con una sanguinosa “bomba” di Osborne chiude la prima frazione 23-10.

Riparte la gara e l’America torna a segno in area 27-10, Natali riesce a prendere posizione nel pitturato e realizzare per il 27-12, però non riusciamo a trovare la difesa efficace per l’attacco americano. Torna a segno Natali furori area per il 29-14, ma le ragazze d’oltre oceano rispondono dalla lunga con altri quattro punti consecutivi per il 33-14 con il 50% nel tiro da due e il 33% da oltre l’arco, percentuali ben al di sopra delle nostre, se vogliamo rientrare dobbiamo trovare il modo di arginare il loro attacco del pitturato. Spinelli, Orsili e Pastrello provano a mantenere il contatto ma siamo a -17 quando mancano poco più di 2’ alla pausa lunga, e rientrare in gara con il gap accumulato non sarà facile, ma coach Riccardi proverà a dare qualche suggerimento alle nostre Azzurrine. 

Il primo tempo si chiude con il canestro di  Van Lith da una parte e di Natali dall’altra, l’America è saldamente al comando 43-22.

Al rientro dagli spogliatoi è Jones a riprendere la corsa con quattro punti consecutivi per le americane, aumentando l’aggressività difensiva riesce a scippare palla all’Italia e provare a mettere il risultato in cassaforte anzi tempo. Natali ancora a referto, subito a segno anche Orsili da oltre l’arco, ma per rientrare in partita serve l’apporto di tutte il divario è ancora importante -28 con 17’ da giocare ha il sapore d’impresa con tutte le squadre partecipanti ad un Mondiale, figuriamoci con il team USA. 

Coach Riccardi inizia con le rotazioni sul 49-22 segno che sta già pensando a preservare la squadra in vista degli incontri cruciali per il proseguo della manifestazione.

Le americane nonostante il divario non danno segni di rilassamento e anche la terza frazione di gioco va in archivio sul 66-30. 

Ultimi dieci da giocare ma il risultato è già in cassaforte per le americane, l’Italia deve comunque provarci, sono minuti importanti che serviranno per le prossime gare se si vuole provare a superare il girone. Si riprende il gioco con il canestro di Van Lith, mentre per l’Italia è Rossini ai liberi a sbloccare il risultato 72-32 con fallo di Pastrello e coach Riccardi richiama le sue in panchina.

Al rientro va a segno Rossini, ma la risposta immediata di Fudd ristabilisce le distanze, a segno Panzera e Gilli per il 77-40 quando mancano 4’16” al termine. La partita termina con il risultato di 86-48, l’emozione da debutto è smaltita ora serve resettare e partita dopo partita, provare a trovare il miglior setting di squadra per  arrivare preparate alla partita contro il gruppo A, che decide l’accesso ai quarti di finale.

 

 

TABELLINI:

USA-ITALIA 86-48 

Parziali: 23-10; 20-12; 23-8; 19-18.

 

USA: Boston 7, Horston 4, Jones 13, Taylor 9, Van Lith 12,  Belibi 6, Brink 3, Brunelle, Bueckers 12, Cooke 6, Fudd 9, Osborne 5. All. Berube TL. 11/21 T2. 30/60 T3. 5/14 Rimb.(26+29)

 

ITALIA: Frustaci, Gallitognotta, Gilli 3, Mattera, Natali 16, Mazza, Orsili 7, Panzera 2, Pastrello 6, Rossini 8, Savattieri 2,Spinelli 4. All. Riccardi TL. 11/17 T2.14/43 T3. 3/9 Rimb.(9+19).

credit foto: FIBA.com 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza
<