BasketRosa© 2023 Contact Us

Veronica Perini si racconta

July 22, 2018

 

 "Il basket rappresenta la mia più grande passione, ne sono gelosa: ogni decisione è sempre stata in versione della pallacanestro ed ogni giornata gira attorno a quando devo allenarmi o quando ho la partita. Anche il mio umore - in realtà - dipende molto da questo sport, soprattutto nel weekend". Giocatrice di notevole spessore Veronica Perini, classe 1988: "Milito nella Feba Civitanova. "Sono una playmaker (ma per 2 anni ho giocato da guardia)", le sue parole, "anche se l'anno scorso, ed in altre circostanze, ho giocato da 4". "Mi reputo un'agonista", incalza la cestista, "mi piace vincere e quindi cerco di fare sempre la cosa più utile in quella circostanza. Se c'è da difendere la più forte dell'altra squadra mi propongo di farlo, se siamo inferiori sotto canestro do una mano a rimbalzo; gioco d'istinto e sono piuttosto costante. In campo non penso a niente: mi sfogo, mi realizzo, mi esprimo. Un difetto? Se non vado in trans agonistica o c'è un gioco troppo statico non sono la stessa giocatrice". Una passione per la palla a spicchi "nata prima di me", afferma Veronica Perini. "Mia mamma allenava, quindi già nella pancia ho sempre sentito quel pallone rimbalzare. Dopo di che sono cresciuta in palestra: lì facevo i compiti, la merenda, la cena... gli allenamenti miei, con il gruppo delle più grandi e - tra l'uno e l'altro - i tiri fino alle 23. Quando ero a casa a casa avevo il campetto (che ho ancora adesso) in giardino". Veronica ci parla di lei anche in ambito extra sportivo: "Sono una ragazza molto semplice, non mi piace apparire e non faccio nulla per farlo vedere agli altri. Amo i cani, la musica che si balla e viaggiare". Progetti futuri in ambito cestistico? "Prima di smettere vorrei vincere il terzo campionato". Le aspettative per la prossima stagione non mancano, sia a livello personale che di squadra: "Devo sempre avere un obiettivo, qualsiasi cosa faccia. Sicuramente a livello personale è quello di fare meglio dell'anno scorso: si può sempre migliorare ed imparare qualcosa di nuovo. Lo stesso vale per la squadra.... ci sono molte realtà forti e attrezzate ma proveremo a fare il massimo". Enrico Ferranti. Foto realizzata da Marco Mignani. 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti

September 14, 2019