Carosello Carugate ospite di Young Radio

September 20, 2018

 

Cecilia Albano, Francesca Diotti e Gaia Fossati - atlete di Carisello Caugate - hanno parteciato martedì sera al talk show radiofonico “Sport In Condotta” condotto da Roberto Sabatino e Carlo Panzeri con la regia di Stefano Ceccon, nella sede della web radio di Usmate Velate. La chiacchierata ha toccato diversi temi, primo fra tutto l’inizio della stagione che si avvicina e il lavoro di preparazione delle ragazze con coach Piccinelli: “Stiamo lavorando sodo, l’obiettivo è consolidare il gruppo e fare squadra il prima possibile, ma da questo punto di vista siamo davvero a buon punto” hanno detto. In particolare, Cecilia Albano ha anche confidato quale può essere il suo obiettivo personale: “Vorrei migliorare qualcosa nel tiro, soprattutto da fuori. Questo non significa che voglio tirare di più, anzi: il senso è che vorrei migliorare proprio la scelta e la selezione dei miei tiri”.

I VALORI DELLA PALLACANESTRO
Come detto, il campionato è alle porte, e Roberto ha chiesto alle ragazze se esiste una partita più sentita rispetto alle altre: “In generale con tutte le lombarde, che sono tante -ha risposto Francesca Diotti-. Però arriviamo dalla Coppa Lombardia dove abbiamo perso di poco e negli ultimi minuti contro Costa Masnaga, una delle squadre favorite per la promozione. Sarà interessante affrontarci nuovamente in campionato”.  
Tanti i messaggi arrivati da casa alla radio rivolti alle ragazze. Tra le domande, quali sono i valori che la pallacanestro è in grado di trasmettere: “Senz’altro l’integrazione -è stato il commento di Giacomo Iacomino, Comunicazione Carosello, che ha accompagnato le ragazze in radio-. Non c’è valore migliore che il basket è in grado di insegnare. Per questo consigliamo sempre ai genitori di iscrivere i propri figli piccoli a una scuola di calcio, di basket, qualunque sia lo sport di squadra siamo certi che non se ne pentiranno”. 

 

JORDAN O LEBRON?
All’unanimità, le tre ragazze hanno risposto a uno dei quesiti più difficili, posti da casa. E cioè: chi è meglio tra Jordan e Lebron James? “MJ resta di un’altra categoria. Come migliorava lui i suoi compagni, non lo fa nessun altro”. Insomma, la parola d’ordine resta una, e cioè: squadra. Ma se per Cecilia il top rimane Kobe Bryant, Francesca ha indicato in Giorgia Sottana come modello da seguire: "Seguo anche il basket femminile, e devo dire che come lei, per me, non c'è nessun'altra". 
Durante la diretta radio le atlete sono state stuzzicate anche sulle loro attività extracestistiche. Gaia studia Design e frequenta l’ultimo anno alle superiori: “Vorrei entrare al Politecnico per continuare gli studi in questo settore, ma so che i posti sono pochi, incrociamo le dita!”. Cecilia si laureerà a novembre in Tecniche Ortopediche, mentre Francesca Diotti è impegnata in Scienze Politiche alla Cattolica di Milano. 

ALBANO E IL NUMERO 17
Non sono mancate le curiosità, come ad esempio la scelta di Cecilia di indossare la maglia numero 17: “Quando ho iniziato, a Torino, ero la più giovane, e praticamente non avevo scelta. Poi quando si è trattato di scegliere, ho voluto tenermi il 17, dato che anche mia mamma, ex giocatrice di pallavolo, lo indossava”. 

CAMPIONATO, MENO UNDICI
Prossimo appuntamento per le ragazze il quadrangolare di Villasanta, dove Carosello sarà impegnato sabato contro le padrone i casa. Varese e Basket Stars Milano le altre squadre. Esordio in campionato a Moncalieri, domenica 30. 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti