Trofeo Città di Schio, vince la Reyer Venezia

September 22, 2018

Seconda e ultima giornata del Trofeo città di Schio, inizia con la semifinale e con Keys sugli scudi cinque punti consecutivi per San Martino, risponde Kuster da oltre l’arco. Formica costretta ad abbandonare il campo per infortunio, al ribaltamento Webb impatta dalla lunga e la gara prende il via con un 3-8. San Martino cerca e trova il proprio ritmo, si porta sul 9-15 e Ragusa chiama la sospensione. Al rientro Kuster riaccorcia fino al -4 sulla prima sirena. Il gioco riprende, Cinili ritrova il -2 con il tiro pesante ma al ribaltamento Keys segna il ritrovato +5 e si procede aumentando le intensità. La partita procede in sostanziale equilibrio fino a due minuti dalla sirena della fine del primo tempo che vede aumentare il divario a favore di San Martino 17-29. 

Alla ripresa del match, l’inerzia continua a favorire la compagine padovana, che scava il divario fino al +10 di metà periodo e costringe le siciliane al time-out. Al rientro Kuster prova a prendersi sulle spalle la squadre e tentare il riaggancio prima della terza sirena, ma le Lupe tirano fuori gli artigli e chiudono anche il terzo quarto al comando, ma ancora un infortunio per le ragusane, questa volta, è Gianolla a dover ricorrere alle cure mediche. Ultimo quarto che inizia con i venticinque punti di vantaggio del Fila S. Martino che mantiene e dilaga anche grazie alle giovani fino alla sirena finale: Passalacqua Ragusa 38 Fila San Martino  63.

La finalissima del quadrangolare vede le padrone di casa del Famila Wuber Schio contro l’Umana Reyer Venezia.

Ad aprire le marcature è Andrè per Schio, con giochi interni che la mettono in ritmo, Bestagno risponde da oltre l’arco per il 4-3 ma Filippi risponde in un amen e Schio torna a condurre 7-3. Le padrone di casa giocano mi scioltezza mentre la Reyer fa fatica a trovare la via del canestro, ma rimane a contatto, un tiro di Gemelos dai 6,75 induce coach Liberalotto al time-out per cercare soluzioni. Il gioco riprende Bestagno torna a segnare, ridando ossigeno alle veneziane che rimangono con tre lunghezze di svantaggio, che Gulich riduce-1, Madera per il sorpasso va a segno anche con il tiro supplementare, 12-14 per Reyer Venezia, Carangelo da distanza siderale mette la tripla e il primo quarto termina con il tiro da tre punti di Anderson 14-22. La seconda frazione inizia con Fassina e Andrè che realizzano il -6, Anderson e Ciabattoni ristabiliscono le distanze, a metà quarto conduce l’Umana Reyer Venezia 20-28. Masciadri manda a buon fine un gioco da tre punti, dall’altra parte è Gorini a mantenere le lagunari con un considerevole margine di vantaggio fino a 2’ dalla sirena poi Schio rosicchia qualche punto, si va alla pausa lunga sul 27-35.

Riprende la partita con un bel gioco di Venezia che manda a segno Bestagno per il nuovo +10, cinque punti da disattenzioni delle veneziane portano Schio a ridurre alla metà lo svantaggio, un passo e tiro di Dotto accorcia, ma la Reyer ritorna a far valere il proprio ritmo ostacolando la rimonta scledense, che si porta sul -7 a fil di sirena. Ultimi dieci per decretare la vincitrice del Trofeo Città di Schio, Gulich allunga per Venezia, mentre Dotto si procura un fallo che converte per metà - 8 e ancora la Reyer fatica a trovare soluzioni efficaci nella metà campo offensiva. De Pretto va a bersaglio da oltre i 6,75, Anderson fa un gioco di prestigio e la Reyer torna a condurre di undici punti a metà quarto.

Battisodo regala il -4 quando il cronometro di gara segna 3’24” da giocare, la partita è stata riaperta, manca l’ultimo sforzo a Schio per risalire la china e aggiudicarsi il Trofeo. Avrebbe trovato il -1, ma è stato sanzionato un fallo in attacco che vanifica quanto di buono fatto, Venezia rimane sul +4, Goree pare chiudere la porta con una “bomba” alle velleità di rimonta delle padrone di casa, sospensione richiesta da Venezia. Ultimo giro di lancette, De Pretto va  segno, Andrè pure ma il cronometro premia le lagunari che vincono il Trofeo Città di Schio 52-59.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti