BasketRosa© 2023 Contact Us

Riassunto delle gare della seconda giornata CRAI Opening Day

October 7, 2018

Gesam & Gas Lucca - Use Scotti Empoli

 

Debutto in campionato con derby tutto toscano, in apertura della seconda giornata del CRAI Opening Day di Torino. Ad aprire il match e l’esperienza nella massima serie del club di Empoli è Tayara con il tiro pesante, al ribaltamento Graves, ancora Mathias da oltre i 6,75 per il 2-6, Vaughn riduce lo svantaggio dalla lunetta 4-6.

Lucca non demorde, ma Use non sembra essere una debuttante, catturando rimbalzi offensivi che concedono svariati tentativi ai propri terminali offensivi.

A metà frazione Lucca pareggia i conti 8-8, Brunelli però colpisce ancora con il tiro pesante e riporta acanti Empoli, e cerca di difendere la propria metà campo a zona, coach Serventi chiede la sospensione. Al rientro vanno a segno le lucchesi con Treffers -1, un bellissimo no-look pass di Huland manda a canestro Pochobradska ancora Use in vantaggio, Lucca riaccorcia e Graves pareggia dalla linea della carità.

Ancora Treffers +2 Lucca ma al ribaltamento ancora parità, questa volta con Mathias, “bomba” di Orazzo, 18-15 time out questa volta di Empoli. Al rientro ultimo giro di lancette, il quarto termina 20-17.

Prima pausa breve e si riprende da Mathias sotto la plance che vale il -1, grande stoppata al tentativo di Lucca, mentre Brunelli riporta in vantaggio le empolesi. “Bombe” in successione, Mathias da una parte e Gatti dall’altra, tap in di Graves e torna in vantaggio Lucca, gioco da tre punti di Graves che va a bersaglio e il vantaggio sale, + 5. Brunelli riduce il gap dal tiro libero, 1/2 possesso pieno di vantaggio Lucca che commettono fallo in attacco. Gatti mette la tripla del massimo vantaggio +7 a metà quarto, coach Cioni vuole parlare alle sue. Alla ripresa del gioco. Empoli riprova con la zona, Lucca rimane con cinque lunghezze di vantaggio, nuova sospensione. Al rientro Empoli non molla e Narviciute mette la tripla del - 2 con 90” a cronometro. Mathias riporta la parità, spara Vaughn e riporta sopra Lucca, che li rimane sino alla sirena 39-38.

Dopo la pausa lunga riprende Treffers da una parte e Mathias dall’altra e si procede a ritmi serrati con sorpassi e contro sorpassi, Lucca torna sul +8 guidata da Treffers e Vaughn, Pochobradska prova a scuotere le sue insaccando un tiro dalla media, Brunelli 1/2 e ritrovato -6 metà quarto.  Ravelli messa in ritmo segna da oltre l’arco il vantaggio in doppia cifra per Lucca, Tayara nonostante l’aumentata aggressività difensiva va a segno per Use Scotti, ancora Treffers e le lucchesi mantengono la doppia cifra di vantaggio. Huland riaccorcia in contropiede Narviciute per il nuovo -6 (59-53) e arriva la terza sirena del match. Ultimi dieci Use Scotti Empoli non demorde e ritorna a -2, Gatti rimette il possesso pieno di distacco a favore della Città’ Murata. Vaugh non fallisce dalla lunetta e trova il +6, riaccorcia Calamai, a Lucca viene fischiato un fallo in attacco e la palla torna ad Empoli ma non ne approfitta. Lucca ritrova concentrazione e continuità n attacco a metà quarto torna a +8, ma questa voltò c’è un alleato in più, il cronometro segna altri 180”. Pochobradska trova due punti,, troppo facili per coach Serventi che chiede di poter parlare alle sue. Al rientro i “Baluardi delle Mura Lucca” sostengono a gran voce le proprie beniamine che con Gatti in lunetta ritrovano il +9 con 1’27 da giocare, possono voler dire primi due punti in classifica conquistati. Così è Lucca vince 75-67.

 

Gesam & Gas Lucca - USE Scotti Empoli 75-67

parziali: 20-17; 19-21: 20-15; 16-14.

arbitri: Marziali, Forni e Lanciotti.

 

Lucca: Vaughn 25, Orazzo 3, Gatti 16, Reggiani, Ngo Ndjock, Graves 10, Ravelli 3, Cibeca n.e, Salvestrini n.e, Treffers 18. All. Seerventi TL. 16/25 T2. 22/42 T3. 5/22.

 

Empoli: Rosellini 3, Calamai 2, Madonna 6, Chiabotto, Pochobradska 13, Lucchesini, Manetti n.e, Narviciute 5, Brunelli 9, Huland 15, Mathias 14. All. Cioni TL. 11/14 T2. 16/41 T3. 8/22.

 

La seconda gara di giornata prevede il confronto tra le Campionesse d’Italia del Famila Schio e Battipaglia che la scorsa stagione si è salvata al primo turno dei play-out. Entrambe le formazioni sono molto rinnovate rispetto alla scorsa stagione, con dichiarati obbiettivi diversi, le prime puntano al titolo e all’Eurolega mentre le campane a mantenere la categoria facendo crescere il proprio settore giovanile, anche se, durante l’estate si sono rinforzati non poco con le straniere. Gli arbitri sfoggiano per la prima volta le nuove maglie arancioni, la gara inizia con Filippi che va a canestro con assist di Dotto, mentre Simon mette il tiro centrale, ancora Schio con Dotto per il 4-2, Trimboli trova il pareggio dalla linea di tiro libero, Lisec non esita e conclude personalmente portando nuovamente in vantaggio le venete. Simon ancora con il tiro da fuori area, Brown con la tripla ed è primo sorpasso battipagliese, ma dura il tempo del ribaltamento del campo, di nuovo Trimboli con il tiro pesante, nuovo vantaggio Treofan, 9-12. Capitan Masciadri mette la tripla del -2 Famila, Mataloni risponde ma al ribaltamento Schio si riporta a -1 con l’ultimo giro di lancette. La partita stenta a partire e risulta frammentata da palle perse e continui ribaltamenti di possesso. Un antisportivo sanzionato a Fassina manda in lunetta Brown he ringrazia e insacca il 17-20. Andre 1/2 ai liberi suona la prima sirena sul 18-21 per Battipaglia. Trimboli da capitana riparte alla grande segnando da oltre l’arco, Masciadri risponde presente dalla sua mattonella 22-24 e sospensione delle campane. Alla ripresa del gioco Andrè va in lunetta e concretizza il pareggio scledense. Lisec con un riverse di pregevole fattura sigla il +1, Dotto si mette in proprio e concretizza dai 6,75 il 28-24, Brown riaccorcia, Lisec risponde e Battipaglia chiama time-out. Rientro in campo e Schio va a segno mettendo un possesso pieno di vantaggio tra se e le avversarie e mettendo in campo una difesa a tutto campo che fa inceppare l’attacco del Treofan che prova a resistere schierando la propria difesa a zona e coach Vincent vuole disegnare la sua idea di gioco. Al rientro tripla di Dotto per il massimo vantaggio veneto, 40-28, El Habbab riporta Battipaglia a dieci lunghezze di ritardo e finisce cosi il primo tempo (40-30). Secondo tempo, riparte forte Battipaglia con la “boba di Mataloni e scippo con contropiede della Capitana. Crippa risponde da oltre i 6,75, Brown risponde. Gamelos per Granda che viene stoppata da Trimboli, mentre al ribaltamento Brown non sbaglia ma è gravata dal quarto fallo personale e va in panchina. Granda fresca di Mondiali risponde dalla media, 45-39 Simon non si lascia intimorire e trova il fondo della retina -2 e partita riaperta. Del Pero firma la parità percorrendo la linea di fondo prima e in sottomano rovesciato poi, +2 Battipaglia e time-out chiesto da Vincent. Il rientro vede un 4-0 che porta la firma di Gemelos e Andrè, Simon per le campane per l’equilibrio perfetto interrotto dalla “bomba” di Battisodo. Andrè non concretezza un gioco da tre punti il rimbalzo è catturato dalle orange, ma non riesce  concludere, ma segna all’azione successiva che chiude il quarto 56-49 e ultimi dieci, e prevale la maggior esperienza delle scledensi che raccolgono cosi i primi due punti della stagione.

 

Famila Schio- Treofan Battipaglia 69-63

TABELLINI: 

parziali: 18-21; 22-9; 16-19; 13-14

arbitri: Valerian, Bettini e Culmone.

 

Schio: Filippi 4, Lisec 13, Crippa 5, Dotto 12, Gemelos 7, Fassina 4, Battisodo 4, Andrè 10, Micovic. Masciadri 8, Gruda 2. All. Vincent TL. 19/27 T2.13/27 T3. 8/20.

 

Battipaglia: Brown 15, Simon 11, Mataloni 11, Trimboli 12, Handy 7, Del Pero 4, Cremona n.e, Scarpato n.e, Sasso n.ePolicari 1, Mazza n.e, El Habbab 2. All. Matassini TL. 10/12 T2.19/34 T3.5/16.

 

A concludere la prima giornata di Campionato è la sfida tra le padrone di casa della Pallacanestro Torino contro la formazione più giovane del Campionato: la MeccanicaNova Vigarano. Aprono le marcature Bocchetti,Fitzgerald con un parziale di 0-4 per Vigarano, Reimer rompe il digiuno delle piemontesi che però non riescono a sbloccarsi in attacco, riaccorcia sempre lei, ma questa volta dalla lunetta -4. Sul finire del primo periodo Vigarano tocca il massimo vantaggio sul 15-20, poi Torino rientra e la prima sirena arriva sul 19-22. Seconda frazione che parte e rimane in sostanziale equilibrio fino a due minuti dall’intervallo lungo, quando una “bomba di Cabrini fa metter alla testa avanti per la prima volta all’Iren Fixi Torino che allunga grazie a Petrova e Trucco 38-33. Il gioco riprende con il canestro di Milazzo, Vigarano rimane a contatto grazie a Bolden, Miccoli e Fitzgerald 46-42, da qui Lawrence e Reimer guidano la fuga, ma Vigarano con Bolden rimane a contatto, poi è Milazzo ai liberi a chiudere la frazione sul 50-50. Ultimi dieci e Vigarano non vuole arrendersi Natali mette la tripla che riapre le marcature e si arriva fino al -2 con Rakova, pareggia i conti e propizia il sorpasso Fitzgerald, Bocchetti per il +3, Jasnowska per il controsorpasso si affida al suo tiro dalla lunga 64-63, Vigarano sembra accusare il colpo ma reagisce e ancora con Natali arriva il -1, quando il cronometro segna 3’50” da giocare. Milazzo chiude definitivamente le speranze di Vigarano, il tempo per reagire  poco e il fallo sistematico non sortisce l’effetto desiderato, grazie alla precisione al tiro di Torino che festeggia in casa i primi due punti di stagione.

 

Iren Fixi Torino - Meccanica Nova Vigarano 77-69

parziali: 19-22; 19-11; 20-17; 19-19.

 

Torino: Jasnowska 6, Trucco 9, Lawrence 9, Davis Reimer 23, Milazzo 18, Zecchina n.e, Togliani 3, Buffa n.e, Cabrini 6, Petrova 3, Bosio n.e, Seumo n.e. All. Riga TL. 24/31 T2.19/44 T3. 6/16.

 

Vigarano: Fitzgerald 19, Miccoli 4, Bolden 16, Rakova 10, Bocchetti 8, Natali 8, Lavezzi n.e, Gilli 4, Fabbri. All. Andreoli TL. 15/23 T2. 21/56 T3. 4/16.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti