Per il Gruppo Stanchi Athena lezione di A2 a Faenza

October 14, 2018

 

Il punteggio della terza giornata del girone Sud per il Gruppo Stanchi Athena sul campo della Infinity Faenza Basket Project Girls è severo, 86 a 63, ma racconta la differenza tra le due squadre. Una, Faenza che l’anno scorso ha sfiorato la A1 e quest’anno vuole riprovarci e si è attrezzata per farlo, l’altra, il Gruppo Stanchi che è appena arrivata in A2 e sta cercando di sistemarsi nella nuova dimensione.

L’inizio di partita è stato devastante : Franceschelli, Ballardini e Preskientye in meno di 4’ hanno fatto 13 a 0 con le ragazze romane che hanno fatto fatica a riconoscere tutte le situazioni difensive ed in attacco hanno affrettato le soluzioni a canestro lasciando alle faentine il tempo di organizzarsi, di non faticare in difesa e di essere quindi lucidissime in attacco. Gaia Cirotti ha rotto il ghiaccio per Athena a -6’43” ed ha trascinato le sue ad una sorta di piccolo break ma il solco era stato scavato, 27 a 13 alla fine dei primi 10 minuti.

Secondo quarto che è iniziato con un piccolo risveglio di Athena sempre ispirato da Cirotti. Troppo poco però per impensierire una squadra forte e compatta come la Infinity che ha controllato ogni pallone della partita in particolare quando a meno 3’30” dalla fine del secondo quarto il punteggio ha scavallato il più venti a suo favore, 39 a 19. A metà partita 48 a 22

Così i due quarti successivi sono serviti a coach Goccia per provare situazioni di gioco diverse, per dare spazio alle giocatrici che fino ad oggi ne hanno avuto di meno – da registrare in questo senso l’esordio in A2 di Caterina Perrotti e Federica Cerullo – mentre la sola Cirotti ha proseguito la sua partita positiva almeno in termini di punti realizzati. 65 a 40 alla fine del III° periodo e 86 a 63 alla fine.

Il commento di Francesco Goccia allenatore del Gruppo Stanchi Athena:”Complimenti a Faenza per la qualità della partita, per la qualità e l’intensità che ha nel roster, qualità e valori necessari per giocare ad alti livelli. Noi dobbiamo trarre una serie di lezioni importanti da questa partita. La prima è quella di saper archiviare sconfitte pesanti come queste in fretta così come si archiviano le vittorie. Da lunedì sera subito la nostra testa la metteremo su Civitanova Marche che è una buonissima squadra. Lavorando sugli errori che non ci hanno permesso quantomeno di arrivare a fine partita con uno scarto diverso. Questa è la serie A lo sapevamo che saremmo potuti andare incontro a serate difficili come questa. L’altra lezione è che nella serie A ci sono trasferte lunghe come Faenza ed altre al termine delle quali bisogna giocare e bisogna saperlo fare come sappiamo. La fatica di un viaggio per quanto comprensibile non può e non deve essere un alibi ma siamo all’inizio non ho dubbi che le ragazze abbiano le qualità per assimilare in fretta anche questo. Ora ci concentriamo sulla presentazione di lunedì 15 in Campidoglio che ci affascina ci inorgoglisce e ci responsabilizza moltissimo”. 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti