Reyer Venezia esce alla distanza ed è Campione d'Inverno

December 9, 2018

Ancora un derby veneto per la nona di campionato.

Dopo il derby della settimana scorsa che ha visto le Lupe superare le Campionesse d’Italia del Famila Schio, oggi a Mestre va in scena un altro derby sentitissimo, quello tra la Reyer Venezia, attuale capolista e il Fila San Martino di Lupari.

 

San Martino vorrà compiere l’impresa di battere la capolista, pur dovendo fare i conti con un’ulteriore infortunio, ancora in cabina di regia, questa volta ai danni di Fietta; mentre l’ Umana Reyer Venezia si presenta al completo con Goree e Ciabattoni fuori per rotazioni.

 

Palla alzata per la palla a due, il possesso è delle Lupe, ma non concludono, Anderson invece si, 2-0, Marshall rompe il ghiaccio per S.Martino, Keys primo fallo che manda in lunetta Steinberga e converte 6-2, Marshall accorcia mentre le difese la fanno da padrona. Gulich commette fallo, Keys è perfetta dalla lunetta per la parità. Anderson da oltre l’arco riporta avanti Venezia di tre, il vantaggio vale un respiro Keys replica per la ritrovata parità 9-9. Marshiall scippa la palla a Steimberga si lancia in contropiede e subisce fallo da De Pretto che la manda in lunetta, non sbaglia, primo vantaggio Fila S.Martino 11-9. Come in tutti i derby che si rispettino, prevale il nervosismo che induce all’errore e al fallo da ambo le parti, cosi il tabellone si schioda solo con i viaggi in lunetta, questa volta è Steimberga a convertire dalla linea del tiro libero, ed è nuovamente parità. Tognalini sbaglia dalla distanza ma segue il tiro e corregge +2 Lupe, la “Marshall incursione” realizza e induce coach Liberalotto a chiedere la sospensione del cronometro di gioco. Al rientro De Pretto concretizza i liberi per il nuovo -2, San Martino gioca d’insieme e trova il fallo, commesso da De Pretto che manda alla linea della carità Melnika che converte al 50% ma il rimbalzo offensivo è delle Lupe che concretizzano con Keys, Bestagno riaccorcia. Ancora Melnika dalla lunetta, questa volta concretizza i due tiri a disposizione e porta le padovane sul +5. Gorini con un gioco da  tre punti finalizzato 18-20, parità con Bestagno, ma sulla sirena Webb mette il punto esclamativo giallo-nero 23-20. Al rientro il gioco riprende da Madera sotto la plance per il -1 Venezia, Sandri al ribaltamento trova la retina, il gioco si alza di ritmo e le difese alzano l’intensità. Webb ancora a segno dalla lunga produce il massimo vantaggio San Martino, rimpinguato da un gioco da tre punti di Marshall. Steimberga da una parte Keys dall’altra 26-33, a metà frazione. A questi ritmi le rotazioni svolgono un ruolo fondamentale, e sulla carta la panchina di Venezia non ha uguali. Anderson mette la tripla su una palla recuperata e questa volta a chiamare time-out è coach Abignente. 

Al rientro errori in successione, nervosismo e falli, Gulich dalla lunetta riporta il -2, ultima sospensione richiesta dalla panchina Fila S. Martino. Al rientro un fischio della terna arbitrale fa chiedere con veemenza spiegazioni a coach Abbignente che viene sanzionato con un tecnico, Anderson concretizza il libero e Keys il possesso, Steimberga  riporta a -1 le sue quando entriamo nell’ultimo minuto prima della fine del primo tempo. Marshall viene lasciata dalla difesa e chiude in terzo tempo, Keys le replica e la panchina orogranata chiede la sospensione. Steimberga al rientro mette la “bomba” che vale il -2, Bestagno commette fallo, rimessa da fondo campo con gioco da tre punti, questa volta non concretizzato da Keys, arriva la sirena di fine primo tempo sul  37-41 Fila S.Martino di Lupari.

Il terzo periodo inizia con S.Martino che deve continuare, nonostante la panchina risicata a mantenere questi ritmi e la Reyer Venezia che deve recuperare. Marshall segna con una preghiera agli dei del basket, Steimberga le fa fallo e converte +4, Gorini dalla lunetta riaccorcia ma poi l’attacco spreca sanguinosi possessi. Lungo digiuno offensivo da ambo i lati, a metà quarto il tabellone segna 42-44. La solita Anderson sblocca il digiuno correggendo un tiro di Steimberga, al  ribaltamento però è costretta a fare il suo primo personale per fermare Marshall che dalla lunetta fa 1/2 e mantiene le Lupe in vantaggio. Arriva il terzo fallo personale per Steimberga, l’arbitraggio lascia correre contatti che innervosiscono le atlete che provano con il gioco dal perimetro, ma per ora questa scelta non sta pagando. Marshall non si arresta e segna dal pitturato, mentre l’attacco di Venezia sembra annichilito, Sandri da ex segna da tre punti, il 46-50 che manda in archivio il terzo periodo. Ultimi dieci e se Venezia vuole rimanere imbattuta deve registrare il proprio attacco, farlo in fretta e possibilmente di squadra. 

Il primo possesso è delle Lupe ma arrivano allo scadere del possesso, Carangelo continua a provare dalla distanze nonostante lo 0/6 in questa specialità odierno. Dopo la sospensione Steimberga segna la tripla del -1, al ribaltamento Keys in area riporta le Lupe sul +3 Anderson arresto e tiro che vale il -1 e palla recuperata, Gulich insacca il +1 Reyer Venezia ma mancano ancora 6’30” da giocare e le tifoserie si animano a sostegno delle proprie beniamine. Sandri per il controsorpasso e Venezia perde ancora palla. Gorini va in lunetta e riporta avanti le veneziane, Steimberga si mette in proprio al ribaltamento commette il quarto personale ma viene lasciata nel match dalla panchina. Anche De Pretto commette il suo terzo fallo, con Gorini che trova Gulich è il massimo vantaggio Reyer, subito ricuce Marshall; Gorini commette una leggerezza, infrazione di campo e palla nuovamente Lupe, quando stiamo per entrare negli ultimi 120” di gara. Una costruzione di gioco manda a segno De Pretto, Steimberga commette il quinto personale e esce anzi tempo dalla gara. Capitan Tonello realizza i liberi a disposizione -3 e time-out Reyer Venezia.   Keys commette il quarto personale, ma terzo di squadra, ci pensa Marshall a commettere il fallo per raggiungere il bonus. 

Webb viene lasciata libera a di tirare due volte da oltre i 6,75, non realizza, Gulich viene mandata in lunetta 1/2, Marshiall non va, vince l’Umana Reyer Venezia e mantiene l’imbattibilità sul campo, ma che cuore queste Lupe.

 

TABELLINI: 

parziali: 20-23; 17-18; 9-9; 16-8.

arbitri: Noce, Ferrara e Forni.

spettatori:

 

Venezia: Anderson 13, Bestagno 4, Carangelo 2, Gorini 7, Kacerik, Crudo n.e, De Pretto 4, Steimberga 20, Madera 2, Gulich 10. All.Liberalotto TL. 18/20 T2. 16/36 T3. 4719.

 

S.Martino: Webb 6, Fietta n.e, Tonello 2, Beraldo, Keys 17, Melinda 3, Profaiser n.e, Marshall 21, Tognalini 2, Sandri 7. All. Abignente TL. 12/15 T2. 17/54 T3. 4/23.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019