Black-out per Carugate, passa Castelnuovo Scrivia

December 17, 2018

 

Equilibrio massimo per oltre tre quarti di partita. Due minuti di inferno, infine la risalita, quando ormai però è troppo tardi. Carugate esce battuta da Castelnuovo 51-59, dopo aver dimostrato per 35' di saper giocare alla pari (e anche meglio) contro una squadra che in classifica oggi ha 10 punti in più. Un distacco che sul campo non si è proprio visto. C'è tanto rammarico per le ragazze allenate da coach Piccinelli per l'occasione sfumata, lo ammette lo stesso allenatore a fine gara: "Abbiamo giocato alla pari contro un'ottima squadra, l'abbiamo messa in difficoltà, siamo stati avanti giocando una gran bella pallacanestro e con i numeri dalla nostra parte, eppure abbiamo perso".

LA GARA - Nel primo quarto le due squadre si studiano. Entrambe provano a scappare ma vengono sempre riprese dalle avversarie. Maffenini entra subito in partita, spesso ben innescata delle compagne, e segna metà dei punti per Carosello, che però chiude sotto di quattro lunghezze: 15-19. E' però nel secondo quarto che arriva il primo strappo, firmato Gambarini-Molnar. Le due giocatrici firmano un parziale 9-0 che porta avanti Carugate 24-19 a 5' dall'intervallo. Castelnuovo però è squadra vera e lo dimostra, quattro punti di fila di Salvini ricuce il passivo e una tripla di Martelliano dà l'illusione alle ospiti di poter chiudere il periodo avanti: ci pensa Maffenini, ancora lei, a ribaltare ancora una volta il risultato per il 30-29 che chiude il primo tempo.

LA RIPRESA - Il terzo quarto si apre alla grande per Carugate con una bomba di Diotti, tra le migliori assieme a Gambarini. Sono però le difese a prevalere sugli attacchi, passano ben 4' prima che arrivi un canestro su azione ed è ancora una volta una tripla di Martelliano che regala il +3 a Castelnuovo a 5' dall'inizio della ripresa. Maffenini e Gambarini rispondono con un mini parziale 4-0, Salvini e Corradini rispondono pan per focaccia prima che Gambarini, sempre lei -chiuderà con 11 punti, 4 rimbalzi, 2 stoppate e 6 assist- chiuda il quarto con un piazzato per il momentaneo 40-41.  

 

IL FINALE - L'ultimo quarto si gioca sui nervi. Tanti errori da entrambe le parti, difese più efficaci degli attacchi e non si vede un canestro per cinque minuti. E' Stoiedin a rompere il ghiaccio con un tiro in sospensione. Segue una tripla di Corradini e Castelnuovo a +6: è sostanzialmente il canestro che mette in ginocchio Carugate. Il parziale è di 0-11 per la squadra ospite mentre le padroni di casa trovano i primi punti nel quarto soltanto a 3' dalla fine con un tiro da tre di Molnar, che segna metà dei suoi 18 punti nel finale di partita, quando ormai però i giochi sono fatti.

I NUMERI - Carugate esce sconfitta nonostante abbia tirato meglio da 2, da 3 e abbia più rimbalzi, stoppate e assist. Ottime le statistiche della croata, che cattura anche 16 palloni sotto i tabelloni con 25 di valutazione finale. Come detto, ennesima partita "all around" di Francesca Diotti, che ai suoi 9 punti aggiunge 7 rimbalzi, 3 recuperi e 6 assist.

IL POST GARA - "Quando giochiamo di squadra siamo a livello delle prime -continua coach Piccinelli-. Abbiamo perso e ci fa molto male perché stiamo lavorando tanto, con tanti sacrifici. Dobbiamo però migliorare nella concentrazione perché abbiamo commesso troppi errori sotto canestro, veri e propri rigori che se sbagli inevitabilmente poi paghi. Adesso Ci serve una vittoria per festeggiare il natale".

CLASSIFICA - Castelnuovo sale a 18 punti mantenendo il quarto posto a pari merito con Moncalieri. Carugate resta al decimo posto a quota 8, assieme a San Martino, Sanga e Ponzano, tutte ko.

Carosello Carugate - Autosped Castelnuovo 51-59

TABELLINO - Diotti 9, Gambarini 11, Maffenini 12, Albano 1, Molnar 18; Colombo, Zucchetti, Fossati, Possali, Tenderini. Ne: Conti. All. Piccinelli 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti