BasketRosa© 2023 Contact Us

Camilla Fornasari si racconta

December 21, 2018

 

In singuli virtute aciei vis: la forza del gruppo è nelle capacità del singolo". Con questo motto si presenta Camilla Fornasari, una frase molto significativa che caratterizza una cestista dalle indubbie qualità tecniche ed umane. Classe 1994, guardia in forza alla Fulgor Fidenza: "La mia squadra rappresenta la mia seconda famiglia, è un punto di riferimento", incalza la cestista, "probabilmente trascorro più tempo con loro che con i miei familiari; condividiamo gioie e dolori, vittorie e sconfitte ma anche serate e piazzate in compagnia". Un percorso sportivo iniziato molto presto: "La mia passione per la pallacanestro è nata alle scuole medie, prima di prendere in mano la palla a spicchi ho provato tanti sport completamente diversi tra di loro: nuoto, danza, ginnastica artistica, judo.... ma il basket è l'unico tra questi che mi ha attirato come una calamita e mi ha fatto innamorare. Questa realtà - per me - rappresenta una valvola di sfogo, un momento di libertà. Entrare in campo significa avere la mente libera per un'ora e mezza, staccare dalla quotidianità per un attimo, divertirsi senza avere pensieri ed un momento di serenità". Camilla Fornasari ci parla di lei più nel dettaglio: "Sono una ragazza determinata ed ambiziosa ma anche critica con me stessa; mi piace attaccare, tirare dall'angolo ma non vado molto d'accordo con la difesa. Sono una neolaureata in Scienze Criminologiche per l'investigazione e la sicurezza: dopo 5 anni di studi e sacrifici sono riuscita a concludere orgogliosamente il mio percorso. Al momento sto lavorando in un'agenzia investigativa, un lavoro adrenalinico e dinamico che non annoierebbe mai nessuno". "Oltre ad essere giocatrice sono anche vice allenatrice di due squadre, una di aquilotti e una di esordienti", prosegue Camilla, "sono due gruppi che seguo da un paio d'anni e che ho visto crescere: ognuno di loro ha iniziato con me a conoscere questo sport. È un'attività che necessita di molta pazienza, fortunatamente io ne ho e mi stanno dando tante soddisfazioni". La conclusione è un auspicio: "Spero che il 2019 sia un po' più fortunato, sia in campo che fuori".

 

Enrico Ferranti

Foto realizzata da Alice Pietrantonio.
 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti