Campobasso è più forte, ma Athena perde senza mai mollare

January 20, 2019

 

 

Di fronte ai @fioridacciao della Magnolia Campobasso il Gruppo Stanchi Athena – incerottato per le assenze di Bernardini e Grimaldi e l’influenza di Vignali – ha subìto l’impatto della gara, si è ricompattato, ha cercato di recuperare il più possibile ed alla fine ha chiuso con una prestazione davvero molto buona ed interessante.

La sintesi, 48 a 72 il punteggio finale, può essere questa. L’inizio è stato difficile perché Campobasso è partita forte, d’altronde una squadra che ha vinto sin qui 15 partite su 16 ha decisamente qualcosa più delle altre. Athena ha cercato di tenere il ritmo ed è stata non la migliore delle scelte. Una volta assorbito il colpo le ragazze di coach Goccia si sono compattate ed hanno giocato un terzo e quarto periodo almeno all’altezza delle prime della classe.

“Io direi che la nostra riscossa – afferma coach Francesco Goccia – è iniziata nel secondo quarto quando abbiamo cambiato faccia e mentalità. Poi negli ultimi due quarti siamo riusciti a tramutare in azioni concrete questa metamorfosi che mi è piaciuta moltissimo. Chiaro che non siamo contenti di aver perso ma se nella sconfitta può esserci qualcosa di positivo mi prendo l’atteggiamento di tutte le giocatrici, nessuna esclusa che hanno preso parte alla gara. E sono convinto che dobbiamo ripartire da questi tre ultimi quarti. Compreso il fatto che dobbiamo essere bravi a gestire l’approccio di una partita ed imporre il nostro ritmo. Sono soddisfatto del lavoro che stiamo facendo dal punto di vista atletico tanto che abbiamo finito la partita correndo. Non è un bel momento dal punto di vista degli infortuni perché si è fatta male anche Elena Russo che però speriamo di recuperare 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato