BasketRosa© 2023 Contact Us

Umbertide passa al Pala Colle, ma piace la nuova Elite

January 20, 2019

 

Non esistono sconfitte belle né utili, tanto più se è la quinta consecutiva. Esistono però sconfitte al termine delle quali una squadra non ha nulla da rimproverarsi, perlomeno dal punto di vista del carattere e dell’applicazione, e può solo fare i complimenti all’avversario per essere stato più bravo. Elite Basket Roma esce dunque a testa alta dal confronto casalingo contro l’ottima Pallacanestro Umbertide, davvero la grande e meritata sorpresa del campionato, contro la quale ha giocato un ottimo primo tempo e in particolare un primo quarto di grande qualità tecnica e agonistica. Era la prima partita in panchina di coach Pasquinelli, la cui impronta si è vista fin dalla prima azione difensiva della squadra, schierata a zona pressing 1-3-1, una disposizione che ha dato ottimi frutti per i primi 20 minuti e che ha avuto il merito di coinvolgere emotivamente e fisicamente tutto il roster a disposizione. Alla lunga le umbre hanno però trovato le giuste contromisure e, grazie anche alla maggiore precisione al tiro, soprattutto da 3 (10/24), hanno saputo ribaltare l’inerzia sfruttando con bravura il loro efficacissimo attacco.

 

LA CRONACA

Partenza sprint di Elite, che in difesa ruba palloni a ripetizione partendo a razzo in contropiede. Dopo un minuto e mezzo è già 6-0 e dopo tre, con una tripla di una ottima Silvia Buscaglione, è +7 (11-4). Umbertide sembra sorpresa, ma piano piano cerca di rimettersi in carreggiata appoggiandosi alla ex di turno, Giulia Prosperi, che sfrutta la sua conoscenza dei ferri del Pala Colle. Le umbre risalgono così a -3 (15-12) prima di ripiombare però a -12 (25-13) dopo una tripla di Nena Chrysanthidou e chiudere a +9 il primo quarto con la replica immediata della Giudici dalla lunga. Al ritorno in campo la partita cambia, con Umbertide che comincia a battere con relativa facilità il pressing delle avversarie ma senza prendere però il sopravvento per i tanti errori al tiro, mentre Elite comincia a fare parecchia fatica a trovare conclusioni facili. Il risultato è un parziale a basso punteggio, con il primo canestro che arriva dopo 3.30 firmato Cvitkovic, e con Elite che mantiene i suoi 9 punti di vantaggio fino al 17mo (29-20 con un libero di Ilenia Magistri). Le umbre piazzano comunque poi un 8-3 che le porta all’intervallo sul -4. Il secondo tempo, come purtroppo capita praticamente sempre, vede le giallonere di casa subire un parziale decisivo, questa volta di 9-0, che porta le avversarie per la prima volta in vantaggio fino al +5 (32-37), brave poi ad allungare a +8 (36-44 con la solita Giudice). Elite reagisce con carattere appoggiandosi sulle sue giovani terribili, Introna e Chriysanthidou, e riesce a restare in partita, senza però evitare di scendere a -11 (41-52) prima del -9 che chiude il terzo quarto. L’ultimo parziale vede le ragazze di coach Pasquinelli mettere tutto in campo senza però riuscire ad arrivare mai davvero a portata di sorpasso, per colpa anche di qualche conclusione particolarmente sfortunata, mentre dall’altra parte Umbertide è stata chirurgica nel colpire dalla lunga distanza proprio nei momenti di potenziale svolta della partita. Il momento decisivo è a 6.30 dal termine: una sospensione di Mia Masic porta Elite a – 4 (51-55), ma la Prosperi risponde da 3 per il 51-59 e mette praticamente la parola fine al match che di lì in poi vive solo di qualche sussulto, con le umbre brave a sigillare il risultato finale.

 

IL COMMENTO DI COACH PASQUINELLI

“Esordio positivo da tutti i punti di vista, a parte ovviamente il risultato. Per le ragazze è stata una settimana dura, visto che hanno dovuto cambiare tanto il modo di allenarsi quanto il modo di giocare e capire in poco tempo il gioco che ho in mente. La partita è andata così come mi aspettavo, con una partenza a razzo e poi un calo fisiologico che è arrivato a fine nel secondo quarto e che ha permesso loro di rientrare, poi loro sono state brave a mantenere il vantaggio grazie anche alla buona percentuale da tre punti. C’è tanto da lavorare, ovviamente, ma sono contento di come è andata".

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti