BasketRosa© 2023 Contact Us

Una Bolzano incerottata non impenserisce Costa Masnaga

B & P AUTORICAMBI COSTAMASNAGA                          64

ACCIAIERIE VALBRUNA BOLZANO                                  42

parziali: 15-8/21-15/12-8/16-11

Arbitri:   Bavera e Palazzo

COSTAMASNAGA:  Discacciati  14, Allevi, Longoni 14, Frustaci 4, Rulli 9, Balossi, Baldelli 4, Spinelli 4, Picotti 2, Tibè 7, Vente 4, Panzeri 2   TL  4/14   all.  Pirola

ACIAIERIE VALBRUNA BOLZANO:  Luppi, Mossong, Gottardi 4, Rossi 5, Mingardo 4, Zanetti 14, Consorti 5, Bertol, Hafner Miriam 4, Egwoh 6, Rossetto    TL  11/17 all. Pezzi

 

Le Lombarde, seconde in classifica, dominano l'incontro 

Per Acciaierie Valbruna Bolzano  la missione in terra lombarda era una di quelle da considerarsi  impossibili.   Testa-coda tra Costa, seconda forza del campionato e le bolzanine che lottano per una difficile salvezza.  Ma in questa prima stagione di serie A2  le Sisters bolzanine avevano fornito proprio in trasferta prestazioni di spessore, sfiorando il successo su campi difficili come Moncalieri ed Alpo. Quindi albergava la  speranza di rendere la vita difficile alle titolate avversarie, messe  in seria difficoltà a Bolzano nella gara di andata . Ma gli auspici hanno dovuto fare i conti con una settimana davvero tribolata dal punto di vista sanitario e disciplinare.  La top player bolzanina  del Campionato, Nadia Mossong, reduce dall'infortunio alla caviglia patito sabato scorso nella gara casalinga con Castelnuovo Scrivia, con grande volontà ha insistito per essere in campo, ma a Coach Pezzi sono bastati pochi minuti per capire che non era assolutamente in grado di fornire il suo solito contributo di punti e rimbalzi.  Condizioni difficili anche per  Lucrezia Zanetti , frenata nel suo impiego e nella prestazione  da  un forte attacco di appendicite che l'ha costretta a trascorrere una notte in ospedale. Come Nadia, anche lei ha voluto essere della partita, seppur limitata nei movimenti.  Alle precarie condizioni delle due migliori realizzatrici bolzanine si è poi unita l'assenza per squalifica di Daniela Hafner, sanzionata per un fallo di reazione sempre nell'ultima gara casalinga.  Con un  organico  limitato Bolzano ha cercato di giocare a  viso aperto, l'equilibrio è durato pochi minuti, poi le padrone di casa hanno impresso una accelerazione che ha portato loro il vantaggio nel primo parziale ( 15-8 ).  Coach Pezzi cerca di rallentare il gioco di Costamasnaga con una difesa a zona, ma le lombarde sono precise dalla linea dei tre punti con il duo Discacciati/Longoni  ed aumentano il vantaggio  alla fine del secondo quarto  ( 36 - 23 ). Bolzano risente di una certa anemia in fase di realizzazione,  le giocatrici  chiamate a sostituire Mossong e Zanetti non paiono in giornata particolarmente fortunata.  Anche nella seconda metà della gara il dominio di Costamasnaga è assoluto, con la maggiore precisione al tiro che si concretizza con  8 bombe da 3, alle quali fa lontana e isolata eco l'unica di Bolzano .

La partita scivola via  senza sussulti, il vantaggio di Costamasnaga pare cementato e non scalfibile, entrambi gli allenatori danno ampio spazio alle rispettive panchine utilizzando tutte le giocatrici a disposizione, in un rapido e continuo susseguirsi di cambi.  Il punteggio finale  è fedele specchio del dominio esercitato dalle ragazze di coach Pirolo in tutte le parti del campo. Per Costamasnaga in evidenza le  due tiratrici Discacciati e Longoni ( 8 bombe in due) e gagliarda prova della difesa nel suo complesso.  Per Bolzano prove volonterose ma imprecise di Mingardo e Consorti, sempre al centro delle manovre ma frenate da una serata non felice al tiro.

Coach Pezzi :   "   Per vincere a Costamasnaga serviva il combinato disposto di una nostra gara perfetta e di una cattiva serata delle padrone di casa. La realtà ci ha consegnato le cattive condizioni delle nostre Atlete di punta, una cattiva serata al tiro di chi le ha sostituite ed una gestione tecnica della gara da parte delle avversarie assolutamente encomiabile. Ho alternato vari tipi di difese, allo scopo di mascherare i miei problemi di organico, ma Costa ha risposto sempre in maniera lucida e precisa.  Per sintetizzare, non era serata per fare il colpo a sorpresa ed il risultato ha seguito fedelmente i pronostici della vigilia."

Ancora Coach Pezzi "   La lotta per salvarsi è molto complicata. Servono successi contro squadre top per muovere la classifica.  Mi aspetto una reazione sin dalla prossima gara."

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti