BasketRosa© 2023 Contact Us

Gloria Pettenon si racconta

March 25, 2019

 

"Il basket mi ha insegnato valori, mi ha regalato gioie e grandi emozioni, mi ha insegnato a fare fatica, a sudare e a fare dei sacrifici per raggiungere gli obiettivi che desideravo. La pallacanestro mi fa stare bene, quando gioco si scatena una carica di adrenalina che sento solo quando sono in campo; si scatena un'energia che circola anche con le mie compagne..... e poi, diciamolo: le soddisfazioni di vincere un campionato o di rimontare una partita, magari da meno venti e vincere, è impagabile". Gloria Pettenon, un amore sconfinato per la palla a spicchi. Classe 1991 - ala - in forza alle Lupe Basket-Olimpia, inizia molto presto a giocare: "All'età di cinque anni; andavo a vedere le partite delle mie sorelle e, fin da subito, è nata una grande passione. Per questo ancora oggi, a distanza di ventidue anni, bazzico ancora in giro per i palazzetti". Gloria e la sua carriera: "In tutti questi anni ho sempre giocato con le Lupe Basket; anche se ho avuto altre proposte, alla fine sono sempre rimasta perchè in questa società si sta bene. Alle giovanili abbiamo sempre partecipato alle finali nazionali dove in under 19, per un soffio, abbiamo perso lo scudetto. Poi è iniziata la mia carriera da senior, militando in tutti i campionati: C, B, A2 e A1. Attualmente gioco in serie B e da cinque anni lavoro, quindi mi alleno molto poco.... ma quando vado in campo la grinta e la determinazione non mancano. Le tappe più significative - per me - sono state le finali nazionali, l'esperienza in A1 che mi ha permesso di migliorare e confrontarmi con ragazze molto forti, ma la tappa più bella è stata la promozione in A2: è l'emozione che ricordo con più brividi in assoluto". Conosciamola meglio Gloria Pettenon: "Gioco per e con la squadra; se una mia compagna è in una posizione di tiro migliore della mia, preferisco passargliela invece che forzare un tiro. Inoltre sono una grande motivatrice, sono sempre pronta a dare una pacca sulla spalla se vedo che qualcuna ne ha bisogno. Un mio difetto? Sicuramente non sono molto veloce". Al di fuori del parquet? "Lavoro come educatrice, sono laureata in scienze dell'educazione e diplomata in counseling relazionale. Sono una ragazza carismatica, amo uscire in compagnia degli amici, andare al mare..... insomma, vivo appieno le mie giornate cercando di divertirmi e di fare ciò che mi piace. Sono sposata da un anno e mezzo quindi, oltre alle cose che mi piace fare, ogni tanto devo trovare del tempo per fare le faccende domestiche". Capitolo progetti futuri: "Forse questa per me sarà l'ultima stagione, lo dico a malincuore. Ho sempre giocato a basket dando il massimo impegno ed attualmente è faticoso conciliare lavoro e famiglia; questo perchè, a causa dei turni lavorativi, non riesco ad allenarmi molto e mi rendo conto che non riesco a dare il massimo come vorrei. Comunque sia, ora non penso a cosa succederà dopo, mi godo il momento". Concludiamo con il motto che rappresenta l'emblema della grandezza di questa cestista: "Non smettere mai di credere in se stessi e nella forza della propria squadra".

 

Enrico Ferranti

Foto realizzata da Carlo Silvestri.


 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti