BasketRosa© 2023 Contact Us

Gara 1 di finale scudetto se l’aggiudica il Famila Wuber Schio in un finale thrilling

May 1, 2019

La serie finale scudetto parte da Schio detentrice del titolo, mentre Ragusa ancora una volta, cercherà di strapparle il titolo di Campione d’Italia che se per il Famila Schio sarebbe lo scudetto della Stella (il decimo), mentre per la Passalacqua Ragusa sarebbe il primo in quattro finali disputate. 

 

Il primo possesso è delle scledensi che si infrange nel ferro mentre Kuster sblocca subito le ragusane. Quigley inaugura il referto con due tiri convertiti in lunetta, al ribaltamento a Consolini viene fischiato un fallo in attacco e palla nuovamente Orange e si rimane sul 2-2. Harmon in percussione realizza il nuovo vantaggio ileo, ma Levander pareggia i conti. Ancora Kuster lasciata libera sulla linea di fondo per il +2 ospite, Quigley ristabilisce la parità 6-6, Gruda sbaglia il tiro, Lavender corregge, ma al ribaltamento con Hamby ritorna il pareggio. Schio prova ad aumentare l’intensità offensiva, e cosi facendo fa fare qualche passaggio a vuoto, ma dall’altro lato del campo fatica a segnare, ci pensa Levander, ma subito dopo Kuster, i rimbalzi offensivi danno opportunità di secondi possessi alle padrone di casa che però non riescono a convertire grazie all’aggressività messa in campo dalla Passalacqua Ragusa. Cinili mette la tripla del +5, mentre Schio continua a litigare con i ferri in attacco, mentre la difesa aggressiva riesce a far commettere infrazione di 24” alle siciliane. Quigley ancora con una tripla, ma Cinili trova spazio in area 13-17 quando manca 1’28” per concludere il primo quarto di gara. Harmon al 50% dalla lunetta, Schio cerca il gioco in area ma viene anticipata puntualmente dalla difesa ospite, Ragusa vola sul +7 e coach Vincent chiede la sospensione. Il gioco riprende, il Famila Schio esegue il gioco ma ancora una volta la conclusione viene respinta dal ferro, mentre Cinili realizza, Lavender accorcia sulla sirena 16-22. Secondo periodo parte con una penetrazione di Romeo +8 Ragusa, mentre Gruda va a segno in area, Cinili segna dal perimetro, al ribaltamento ennesimo tiro sputato dal ferro, mentre Hamby trova solo la retina del 18-29, “bomba” di Crippa, gioco in contropiede chiuso da Gruda, è ossigeno puro per Schio che torna sotto le dieci lunghezze di svantaggio. Romeo allo scadere piazza tre punti siderurgici, mentre le padrone di casa tornano sul - 11 con il tiro di Kuster e devono iniziare la rimonta, lo fanno con  Gruda poi però Ragusa riprende a segnare, ancora Gruda -9, ma nuovamente Consolini a segno, Dotto risponde ma l’attacco siciliano si trova a meraviglia e la fortuna le premia, mentre Schio fatica; il primo tempo termina 34-43.

Secondo tempo che se le percentuali di Ragusa rimangono queste, sarà ardua la rimonta anche per una corazzata come il Famila Schio “abituata” ad imprese e ribaltoni. Alla riprese nulla di fatto per entrambe le formazione in campo, le difese le fanno da padrone e si lotta su ogni pallone vagante, la prima a segnare è Lavender per le Orange mentre Hamby fatica contro il “muro” di Gruda. Passaggi a vuoto ma dal gran spettacolo Dotto trova Lavender per il 38-45 e time-out per la panchina iblea. Il time-out di coach Recupido non sortisce l’effetto desiderato Battisodo recupera palla e conclude in contropiede il -5, Dotto porta a spasso la difesa ragusana e insacca il -3 che manda in visibilio il pubblico di casa che carica le proprie beniamine. il gancio di Andrè vale il -1, il terzo tempo di Dotto il +1, subito però Kuster da tre punti 46-48, allunga Harmon dalla lunetta +6, Gruda servita da Lavender segna, ma Gianolla al ribaltamento non sbaglia e il terzo quarto va in archivio sul 50-56. Ultimi dieci per decretare chi si porterà in vantaggio nella serie, il gioco riprende dal piazzato di Quigley, mentre Ragusa trova il ferro che respinge la conclusione, Harmon va a segno ed è nuovamente +6 Passalacqua, mentre Schio fatica a trovar le misure in attacco e al metro arbitrale. Le forze si stanno affievolendo per le vicentine che hanno dato tanto per colmare il gap iniziale, Battisodo insacca da oltre i 6,75, per il nuovo -3, ma Cinili rispedisce il Famila a -5, Quigley da oltre l’arco nuovamente -2, pareggia Gruda con un piazzato a 4’28 da giocare e partita completamente rimessa in discussione, vediamo chi ha più forza mentale, fisica e cuore per chiudere questa prima gara di finale scudetto. Gli attacchi rispondono colpo su colpo, le difese pure Quigley sfodera una giocata che mette in evidenza tutto il suo talento, se qualcuno avesse ancora qualche dubbio ed è time-out Passalacqua Ragusa. Il cronometro di gara riparte, Battisodo commette fallo per fermare Romeo e ora è coach Vincent che vuole proporre idee alle sue. Ancora 180” di tempo regolamentare al PalaRomare di Schio, infrazione di 24” commessa da ragusa e possesso Famila che si installai nuovamente sul ferro, ma ancora palla persa per le bile, segno che anche per loro la stanchezza inizia a farsi sentire ma rimangono in possesso palla grazie al rimbalzo offensivo catturato, Dotto recupera palla e viene fermata fallosamente e coach Recupido spende l’ultimo time-out disponibile quando mancano 101” all’ultima sirena. Ragusa mette in campo una difesa a tutto campo che Schio supera e realizza ancora Quigley, +4 e palla in mano alle scledensi. Ragusa non molla e recupera palla con Harmon che chiude in contropiede il -3 ospite la panchina Orange chiede la sospensione e decide di partire dalla propria metà campo. Quigley recupera il rimbalzo difensivo che vale la partita, la difesa ragusana si attarda a far fallo che arriva con 10”79 centesimi, coach Vincent decide di chiamare l’ultimo time-out a disposizione e sceglie la metà campo d’attacco. Dotto rimette palla in campo, Ragusa ricorre al fallo sistematico esaurisce il bonus e in lunetta ci va Quigley 2/2 e prima “battaglia” vinta dal Famila Schio che si porta sull’ 1-0 della serie.

 

TABELLINI:

Famila Wuber Schio - Passalacqua Ragusa 69-64

parziali: 16-22; 18-21; 16-13; 19-8.

arbitri: Salustri, D’Amato e Valleriani

 

Schio: Filippi n.e, Fassina, Masciadri n.e, Crippa 8, Gruda 12,  Battisodo 5, Andrè 2, Dotto 6, Lavender 15, Quigley 21. All.Vincent TL. 4/4 T2. 22/49 T3. 7/16.

 

Ragusa: Romeo 7, Consolini 2, Cinili 14, Formica 2, Rimi n.e, Stroscio n.e, Harmon 13, Gianolla 4, Soli n.e, Hamby 8, Kuster 14. All.Recupido TL. 5/6 T2. 22/47 T3. 5/12.

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti