BasketRosa© 2023 Contact Us

Nazionale A, netta vittoria nella seconda amichevole contro l’Ucraina

June 1, 2019

 

Rispetto a ieri coach Crespi ha convocato Francesca Dotto al posto della sorella che ha giocato ieri e Penna, mentre Zandalasini , Ress e Trucco sono fuori rosa.

L’Italia apre le marcature con Penna e piazza subito una difesa aggressiva che fa pensare l’attacco ucraino e nei primi minuti passa a condurre il match 5-3 che grazie alla difesa che recupera palla e lancia contropiede diventa 9-3 e la panchina ospite chiede la sospensione. Al rientro la conclusione ucraina non va, mentre si fa trovare pronta Andrè sotto la plance. Buone letture, ma appena la difesa si distrae Iagupova punisce e riporta le sue sul -4, coach Crespi vuole parlarci su chiamando time-out.

Al rientro l’Ucraina recupera palla, mentre l’Italia termina il possesso con un tiro che non vede il ferro e in difesa concede seconde opportunità, al ribaltamento Cubaj segna e subisce fallo, confezionando un gioco da tre punti 18-9, Romeo allunga in sottomano e l’Italia ne approfitta a realizzare in transizione,  Iagupova piazza la tripla del 20-12 e si chiude la prima frazione di gara. 

Il gioco riprende tra un fallo italiano e una palla persa ucraina, Yatskovets con il tiro pensante che vale il nuovo -4 ed è ancora sospensione Italia. 

Al rientro Dotto recupera palla e subisce fallo, per un ulteriore possesso italiano, la capitana ucraina però conduce il contropiede ed è -2, ci pensa Dotto da oltre i 6,75 ad allungare, ma l’Ucraina non molla, anche Spreafico si iscrive a referto con il tiro pensante, mentre le ospiti continuano a trovare spazi per chiudere nel pitturato il 25-22. Udodenko riporta la parità che chiude la rimonta ospite, ma Cinili e Iagupova si rispondono da oltre l’arco, poi Dotto serve Andrè sotto il cristallo per il +2. Ancora Iagupova in lunetta realizza entrambi i tiri a disposizione ed è un vero problema per la difesa italiana tenere una giocatrice con quel talento e quella stazza, proprio lei effettua il contro sorpasso 32-33. Penna viene mandata in lunetta e realizza1/2 per la ritrovata parità, Dotto segna con fallo per il potenziale gioco da tre punti; realizza 36-33 e recupera palla che si assicura lei stessa venga depositata sulla retina 38-33 e tripla di Sottana, time-out Ucraina. Al rientro è ancora l’Italia con penna ad andare a segno, mentre in difesa commentiamo fallo per tentare di contenere la fisicità avversaria concedendo tiri a cronometro fermo, la seconda sirena arriva sul 45-40 Italia. Dopo la pausa lunga il gioco riprende da Horobets e Andrè e ancora l’Ucraina a segno per il -1, ma Sottana le rispedisce sul -3, Dotto in contropiede, solo retina e +5 Azzurro. L’Italia difende bene e i tiri di Iagupova non entrano nell’anello, Penna in post basso realizza e le Azzurre tornano a mettere tra se e le avversarie sette lunghezze di vantaggio. Un pò di stanchezza fa imbattere le Azzurre in errori banali che permettono altri possessi alle avversarie, ma per fortuna le percentuali sono calate anche tra le file delle ucraine. Horobets insacca la tripla che induce il tecnico dell’Italia a chiedere la sospensione sul 55-54. Alla ripresa del cronometro Crippa segna la “bomba” che ridà ossigeno alle italiane. A palla persa corrisponde una punizione, come accade nelle competizioni internazionali dove le squadre sono tutte di livello, l’Ucraina torna sul -1. Ancora una volta però l’Italia dice no, questa volta con Romeo da oltre l’arco 63-59 e immediato il time-out ospite. 

L’effetto non sortisce l’effetto sperato dal tecnico ucraino, fallo sul tiro da tre punti di Penna, manda in lunetta da dove non sbaglia e fa avanzare le padrone di casa sul +7. Capitan  Iagupova ancora in lunetta cerca di colmare il gap, 66-61 De Pretto prende un rimbalzo offensivo, cerca e trova Romeo che non sbaglia e l’Italia torna +8, Kondus riaccorcia dalla linea della carità, arriva la terza sirena 69-63. Sottana entra dalla panchina e va subito a segno, perdiamo palla ma Sottana recupera segna e subisce fallo, altro gioco da tre punti convertito e massimo vantaggio, +15, Iagupova realizza da oltre l’arco ma le Azzurre rimangono sulla doppia cifra di vantaggio. Dotto realizza la tripla dell’ 80-66 quando siamo a metà frazione. 

Capitan Iagupova non vuole arrendersi e continua a martellare do oltre i 6,75, le Azzurre però sentono profumo di vittoria e non allentano la difesa. Horobets commette il quinto personale ed abbandona il match anzi tempo, Romeo dalla lunetta realizza 2/2, recupera palla e nuovamente a segno con il tiro pesante, la partita è chiusa, negli ultimi minuti l’Italia non molla ed è vicina alla prima vittoria mentre l’Ucraina alza definitivamente bandiera bianca sullo 99-77 finale.

 

 

TABELLINI:

parziali: 20-12; 25-28; 24-23; 

arbitri Perrocco, Yang e De Biase.

 

ITALIA: Romeo 27, Gorini n.e, Sottana 23, Dotto 16, Spreafico 3, De Pretto, Crippa 3, Cubaj 3, Ercoli, Nicolodi, Cinili 3, Andrè 6, Penna 15. All. Crespi TL.19/24 T2. 22/43 T3. 12/28.

 

Ucraina: Festova, Kondus 2, Hotobets 11, Uro-Nile 3, Yatskovets 12, Udodenko 8, Piantak n.e,  Iagupova 28, Olkhovyk 8, Naunenko 5. All.Boskovic TL.23/29 T2. 9/26 T3 17/27.

 

 credit foto: Italbasket

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti