La Finalissima Scudetto la vince Reyer Venezia

June 9, 2019

 

Remake della finale dello scorso anno, ancora una volta le società protagoniste della Finale Scudetto sono Basket Costa x l’Unicef campione in carica e Reyer Venezia sfidante.

La gara inizia con ritardo a causa della precedente finale 3°/4° posto del campionato maschile.

 

Il primo possesso è per la Reyer Venezia che realizza da tre punti con Camporeali, Colognesi riaccorcia,2-3 e la partita ha preso il via. I ferri respingono entrambi i tentativi delle squadre, Balossi pesca Colognesi sulla linea di fondo e passa in vantaggio 4-3 mentre Venezia spreca il possesso. Frustaci allunga dalla lunetta e Spinelli arrotonda il vantaggio sul +4, Gregori dimezza il divario e Leonardi riporta la parità: 7-7. Spinelli realizza, la difesa Reyer non riesce a trovare il giusto modo per contenere l’offensiva costamaghese, Spinelli dalla lunetta fa registrare il 10-7. 

Balossi allunga, Recanati va a segno e subisce fallo, converte il libero per il -2 veneziano, la difesa di Costa recupera palla ma viene fischiata un’infrazione di passi e la palla torna nelle mani orogranata. Le difese si alzano e il referto rimane fermo. Costantini sblocca il risultato andando a canestro e subendo fallo ma non concretizzando il gioco da tre punti. Meldere va a segno, su assist di Madera ,subendo fallo dalla lunetta la ma no non trema e vale il primo +3 orogranata. 

Secondo fallo di Gregori, Allievi mandata in lunetta converte al 50%, ed è -2 per Costa Masnaga.

Madera viene servita sotto la plance e subisce fallo, dalla lunetta la mano non trema. Il paziente attacco delle lombarde trova i due tiri liberi con Colognesi che realizza uno dei due liberi a disposizione. Meldere realizza, Allevi ancora in lunetta è nuovamente -2. il primo quarto termina 17-19. Il secondo periodo riprende con Costa che prende quattro rimbalzi offensivi e non riesce a concludere, Bianchi subisce fallo e dalla linea del tiro libero concretizza il 17-20. Bianchi stoppa Allevi in contropiede, confusioni nelle idee di attacco, Colognesi segna servita da Balossi il -1 e coach Da Preda chiama il time-out. Al rientro Frustaci commette fallo e riconsegna la palla nelle mani Reyer che a sua volta perde palla e Frustaci va a segno per il contro sorpasso. Balossi sbaglia d’Este va a segno e riporta avanti Reyer Venezia, Madera insacca in contropiede ed è sospensione immediata per coach De Milo. Il cronometro riparte e Venezia recupera la palla con una difesa attenta, Madera realizza il +5 lagunare che diventa +7 con Camporeale che sembra infliggere il primo strappo del match. Matilde Villa con il piazzato che vale il -5, Costa prova a gestire l’ultimo possesso del quarto ma perde palla a 1”71 e la panchina Reyer chiede la sospensione, il primo tempo va in archivio sul 23-28 per le lagunari. 

Al rientro dagli spogliatoi, Reyer torna a segno con Meldere su assist di Madera, Gregori tenta la tripla ma non prende nemmeno il tabellone. Villa trova bolognese sotto la plance, ancora -5 e Spinelli dalla lunetta fa 1/2 che vale il -4. Costa Masnaga aumenta la pressione difensiva nel tentativo di tornare a contatto. Gregori in triangolazione vale il +6 veneziano, Balossi riaccorcia, Villa riporta il -2, la difesa veneta prova a contenere ma incorre in falli che mandano in lunetta le avversarie che sono determinate e hanno riportato la sostanziale parità. Grattini trova in pertugio sulla linea di fondo, la difesa commette fallo e riconsegna la palla alle campionesse in carica. Madera fallo e vale, per il potenziale gioco da tre punti, converte per il 31-37. Eleonora Villa Piazza la tripla, Madera ancora in percussione nel pitturato, segna e subisce fallo, ancora gioco da tre punti, Leonardi da due punti ed è il nuovo massimo vantaggio +8 time out Costa Masnaga. Al rientro è Grattini ad andare a segno, Venezia intasa l’area e costringe Costa Masnaga a prendere i tiri oltre l’arco per ora imprecisi. Spinelli commette il quarto fallo personale e viene cambiata, Meldere a cronometro fermo converte entrambi i tiri a disposizione. Balossi fa 2/2 dalla lunetta, al ribaltamento le veneziane perdono palla e in difesa commettono falli. Ancora in lunetta Balossi ma nulla di fatto e le lombarde rimangono sul -10. Meldere prolunga il vantaggio per le orogranata, Balossi lascia il campo per uno scontro di gioco, Bianchi realizza il +14 di fine quarto (36-50). Ultimi dieci minuti del Campionato Italiano U.18 Femminile, entrambe le formazioni iniziano da un nulla di fatto, grazie alle difese determinanti in questo frangente. Allevi sblocca il risultato, Madera servita da Recanati sotto canestro, subisce fallo e va in lunetta dove converte al 50%. Spinelli torna a segno -11, Madera ancora una volta vale e fallo con tiro aggiuntivo  convertito per il 40-53. Ancora Reyer nel segno di Meldere per il nuovo massimo vantaggio +15, Spinelli commette il quinto fallo personale e viene sostituita da Colognesi. Madera solo retina, la Reyer sembra aver rodato l’ingranaggio che ora funziona troppo bene per questa Costa Masnaga. A metà quarto le venete conducono 40-59 e Balossi rientra in campo dopo le cure per provare a risollevare le sorti. Meldere subisce fallo e dalla lunetta non sbaglia, ancora la difesa recupera palla e l’attacco va in fiducia a subire ancora fallo e tiri sempre di Meldere, ma questa volta converte la metà dei tiri a disposizione. Il vantaggio inizia ad essere consistente e la Reyer Venezia vede “vendicata la rivincita” della finale scorsa, cerca di gestire il vantaggio e riportare lo Scudetto a Venezia, ci riesce sorrisi e lacrime sulla panchina dell’Umana Reyer Venezia Campionesse d’Italia 2019 che superano Costa x l’Unicef 44-72.

 

TABELLINI: https://www.fibalivestats.com/u/FIPDP/1268922/bs.html

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza