BasketRosa© 2023 Contact Us

Europeo U20: al debutto manca l'appuntamento con la vittoria ma che cuore le Azzurre!

August 3, 2019

 

Prima gara per la Nazionale Italiana U20 nella manifestazione europea di categoria.

Debutto che ci vede opposti all’Olanda, la stessa nazione, seppur rimaneggiata lievemente nell’organico (sette dodicesimi sono le stesse), che lo scorso anno ci condannò al quarto posto.

L’Italia invece si presenta quasi completamente rinnovata, con l’assenza di Cubaj sotto la plance.

 

Il quintetto scelto da coach Orlando è: Verona, Fassina, Madera, Trucco e Del Pero. 

Due passaggi a vuoto e un fallo fischiato a Madera, mandano in lunetta Driessen che dalla lunetta insacca entrambi i tiri a disposizione. Al ribaltamento Madera e Del Pero litigano con il ferro, alla fine escono con la palla le olandesi che però incorrono in un fallo. Ancora passaggi a vuoto e palle recuperate da ambe due le formazioni, ad aprire le danze Azzurre è Fassina con un piazzato che vale la parità 2-2.  Driessen trova un pertugio in area e riporta le nederlandesi in vantaggio 4-2, la difesa riesce a limitare i danni e recupera palla, ora dobbiamo finalizzare in attacco. La difesa ritarda a chiudersi e altri due tiri a disposizioni per le fiamminghe, questa volta con Lutje Schipholt 1/2 vale il 5-2 che diventa presto 8-2 per l’Olanda, mentre perdiamo l’ennesima palla in attacco che induce coach Orlando a chiedere la sospensione del cronometro. Il gioco riprende da Fleuren che segna consecutivamente da oltre i 6,75 spedendoci sotto di 12 lunghezze. Fallo su Trucco, dalla lunetta non sbaglia, 14-4. 

L’Italia non trova soluzioni efficaci ed è costretta ad inseguire, Fassina riaccorcia dalla lunetta, ma dobbiamo iniziare a segnare, oltre che a limitare l’offensiva avversaria, per provare ad invertire l’inerzia di gara. Antisportivo fischiato a nostro favore, Orsili 1/2 che vale il 18-7 ma perdiamo la palla del possesso, recuperiamo e andiamo a segno con Del Pero, -9 ora è la panchina olandese a chiamare il time-out.

Subiamo fallo, grazie al bonus andiamo in lunetta con Toffolo 1/2 (18-10), generoso fallo fischiato e anche l’Olanda ne approfitta e allunga dalla lunetta. Il ferro continua a respingere le conclusioni delle Azzurre e il primo quarto si chiude con le Azzurre in ritardo di dodici lunghezze. 

Il secondo periodo si apre nuovamente con il canestro di Fassina, la difesa non molla continuiamo a recuperare palloni e ora anche a finalizzarli con Verona prima e Trucco con due triple consecutive e partita riaperta. Le nederlandesi non mollano e restano avanti con il tiro dalla lunga, Pinzan si iscrive a referto, ancora Trucco per il -6 e sospensione chiesta da coach Mcdowell che con una sfuriata cerca l’attenzione delle sue ragazze. 

Al rientro vanno nuovamente a segno, Fassina risponde per il nuovo -6, che torna presto -8, la difesa non molla e il metro arbitrale “europeo” lascia ben pochi contatti, cosi le avversarie tornano in lunetta con la possibilità di rimpinguare il vantaggio. Toffolo realizza, Hordijk risponde e si prosegue il gioco con l’Olanda a condurre e l’Italia a rincorrere. Madera si iscrive a referto -6, Fassina firma la doppia cifra personale e il -4 Italia, quando mancano 2’ al termine del primo tempo. 

Le Azzurre si adeguano al metro arbitrale e cercano ripetutamente l’area avversaria, due tiri liberi per Del Pero valgono il nuovo -4. Fassina costretta al cambio per infortunio. Madera va a segno più libero aggiuntivo che vale il -3, al ribaltamento insacca ancora Fleuren da oltre l’arco, ancora +6 Olanda. Errore al tavolo, time-out Italia per gli ultimi 13.6 del quarto.

Rimessa Azzurra, niente di fatto, il primo tempo si chiude 43-37.

Alla ripresa, le Azzurre dovranno completare la rimonta se vogliono aprire l’Europeo con una vittoria che, seppur non determinante fa mentalità e squadra.

Ancora una tripla per l’Olanda, mentre l’attacco italiano trova il ferro a dire no, la difesa non molla. Madera trovata in area, viene fermata in maniera fallosa e dalla lunetta sigla il -7, ancora due punti per lei, ma l’Olanda trova con continuità la strada del canestro e ci mantiene a distanza, impedendoci di completare la rimonta. Continua l’aggressività delle Azzurre in difesa che riescono a concludere in contropiede e mantenere il contatto nel punteggio ma vengono penalizzate ancora al tiro libero, Fassina rientrata non si arresta (sarà doppia doppia 20 punti e 11 rimbalzi alla fine per lei)  e riporta il -6 nell’ultimo giro di lancette.

Ancora Fassina, per il nuovo -4, questa volta la tripla fiamminga non entra e il terzo periodo si chiude 55-51. 

Altri dieci minuti per tentare di completare la rimonta, Fassina con il tiro pesante e la difesa si compatta maggiormente recupera palla con Toffolo, Del Pero la insacca ed è il pareggio 55-55, con time-out chiesto dalla panchina olandese. Al rientro le arancioni commettono fallo, nuovamente possesso Italia, la palla arriva nelle mani di Trucco che dal pitturato non sbaglia, primo vantaggio Azzurro, Madera prolunga sul+4, riaccorcia Driessen in penetrazione 57-59. Fassina servita da Toffolo chiude il rimorchio del contropiede azzurro 57-61, quando mancano 6’50” all’ultima sirena. Kuijt e Pinzan si rispondo da oltre i 6,75, Orsili commette fallo e manda in lunetta Lutje Schipholt per il -3, che diventa subito -2 e l’Italia torna a respirare con il piazzato di Madera 63-66. 

Del Pero viene mandata in lunetta dove realizza a metà, +4 Azzurro che ora sembrano non mollare in difesa e saper gestire in attacco. Trucco realizza, il ferro respinge la palla delle olandesi, mentre le Azzurre si battono e si buttano su ogni palla vagante, cercando di portare dalla propria parte il match e le fatiche fin qui spese. Coach Orlando vuole aiutarle in questo obbiettivo comune e chiama la sospensione quando mancano 136” al termine.

Al rientro Driessen converte 1/2 dalla lunetta, ma al ribaltamento perdiamo palla. L’Olanda si affida al tiro dalla lunga e a Slagter che riporta la parità. Ora si gioca il tutto per tutto, l’Olanda ha condotto per lunga parte del match e l’Italia ha speso tanto per recuperare e non vuole mollare. Ultimi 46” Del Pero commette fallo su raddoppio e manda in lunetta Hordijk +1 Olanda e time-out Italia. Ripartiamo dal fondo con i 24” troviamo una soluzione con Madera nel pitturato, +1 Italia e sospensione chiesta dalla panchina olandese quando mancano 27”. L’Italia si ritrova a difendere ancora, questa potrebbe essere quella decisiva.

Fleuren trova la quinta tripla personale, sospensione prontamente chiamata dalla panchina italiana con 17” da giocare e giustamente sceglie la metà campo offensiva, per provarci fino alla fine, il fallo sul tiro non arriva, mentre viene sanzionato fallo alla difesa italiana e Driessen dalla lunetta sigilla la vittoria dell’Olanda per 75-72. Peccato per il risultato, ma le Azzurre hanno fatto vedere tante buone cose, si pensa già alla Francia di domani alle 18:00.

FORZA AZZURRE!!!

 

 

TABELLINI:

http://www.fiba.basketball/europe/u20women/2019/game/0308/Netherlands-Italy#tab=boxscore

 

 credit foto: FIBA.com

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti