BasketRosa© 2023 Contact Us

La Nazionale U20 batte la Francia ed è finalissima all'Europeo di Klatovy

August 10, 2019

 

Altra battaglia per l’Italia oggi ci attende la Francia, squadra che abbiamo incontrato nel girone ci hanno battuto, ma le motivazioni di oggi sono tutt’altra cosa rispetto a quelle di allora. Le Azzurre sono chiamata a fare un’altra impresa, le francesi sono giunte si qui con un percorso netto ma la posta in palio è tutto quello che desidera un atleta con la maglia Azzurra al petto: vincere!

Anche oggi, le statistiche sono favorevoli alle nostre avversarie, motivo in più per sovvertire i pronostici.

 

Il pubblico sugli spalti è già caldo e iniziano i cori a sostenere le proprie beniamine, prima azione e primo rimbalzo di Manala, Monpierre ed è 0-4 riaccorcia Madera, ma la Francia resta in attacco grazie ai rimbalzi offensivi, Fassina al ribaltamento riporta la parità 4-4, primo sorpasso Italia con Madera 6-4, ma a contenere il talento e la fisicità francese commettiamo fallo, e lo subiamo anche, possesso pieno per le Azzurre che non va a buon finemente con un infrazione di piede riusciamo a spezzettare l’attacco d’oltralpe. Gnago, lasciata sola in area riporta la Francia in parità. Qualche errore di troppo non ci permette di metter la testa a vanti nel match, ma grazie a buone difese riusciamo a non subire nel punteggio. Trucco subisce il contatto a rimbalzo, altri 14” di possesso che si infrangono sul ferro, mentre Pouye  in arresto e tiro riporta la Francia a condurre per un possesso poi Ianezic pareggia. Ancora Tahane per le francesi, risponde Trucco e si prosegue sul filo dei nervi. Orsili si iscrive a referto per il 12-10 che chiude la prima frazione di gioco.

Secondo quarto che inizia con il canestro di Trasi per il pareggio, +3 grazie al tiro dal perimetro di Del Pero. Orsili, questa volta dai 6,75 primo gap a favore delle Azzurre. Fofana sfidata al tiro non va, mentre recuperiamo il rimbalzo e Del Pero trova un pertugio in area del 20-12 e costringe coach Fournier a rifugiarsi nel time-out. Alla ripresa del cronometro Pouye riaccorcia, Manala rientrata in campo cattura rimbalzi dall’alto dei suoi 201 cm, dalla lunetta converte entrambi i tiri a disposizione -4 Francia. Madera in arresto 22-16, la difesa tiene viene convalidato un tiro dubbio che comunque mantiene le ragazze d’oltralpe a quattro lunghezze. Fassina realizza lungolinea, 24-18. Manala va in lunetta e sigla il 24-19, buona circolazione di palla tra le italiane che subiscono fallo, tre tiri a disposizione di Madera convertiti per il massimo vantaggio +8 Italia. Al ribaltamento la Francia approfitta del bonus falli raggiunto dalle italiche per andare in lunetta. Questa volta ci va Monpierre nulla di fatto ma ennesimo rimbalzo offensivo catturato, accompagnata la sfera torna in mani Azzurre ed è sospensione chiesta dalla panchina italiana. Al rientro ancora la Francia  con molteplici possessi offensivi, ma la difesa non molla e fa commettere infrazione di 24”. Fischiato un generoso fallo antisportivo a Madera, a Francia ha a disposizione due tiri e il possesso e chiama time-out. Monpierre concretizza al 50%, il possesso termina con un nulla di fatto la preghiera Fassina allo scadere non viene accolta dagli dei del basket, il primo tempo termina 27-22 Italia. 

Secondo tempo per decidere la seconda finalista, ad attenderla in finale c’è già la Russia che ha battuto il Belgio. Le Azzurre dovranno essere brava da buttare il cuore oltre l’ostacolo e di cuore hanno già dimostrato di esserne abbondantemente provviste, in fondo buona parte di loro ha un’argento Mondiale alle spalle. Il tempo è adesso, si riparte dal +5 Italia, primo possesso francese che non va Trucco sul ferro Madera raccoglie e converte, +7 la difesa tiene l’offensiva d’oltralpe e al ribaltamento le francesi commettono fallo su Fassina che dalla linea del tiro libero converte entrambi i tiri a disposizione nuovo massimo vantaggio con Trucco 33-22, Gnago riaccorcia viene fischiata palla a due su rimbalzo e la freccia premia l’Italia con un altro possesso, niente di fatto, la Francia sta sprecando più delle Azzurre in questo momento che devono approfittarne per cercare di aumentare il gap, time-out francese. Al rientro recuperiamo palla ma non realizzamo, al ribaltamento fallo su Monpierre che non converte ma la Francia mantiene il possesso e realizza con Tahana il -6 che induce coach Orlando al time-out. Al rientro due tiri per Tahana ne converte uno riportando la Francia sul -5, catturiamo due rimbalzi offensivi che ci permettono di rimanere in attacco e subire fallo, Ianezic in lunetta ristabilisce il +7 italiano. La Francia produce un nulla di fatto, ma trova falli che la mandano in lunetta, Tahane questa volta  è perfetta al tiro e perdiamo una sanguinosa palla del 37-34, che decreta la fine del terzo periodo. Le Azzurre se vogliono la finale devo dimostrarlo ora, ci sono ancora dieci minuti per completare l’impresa. Il cronometro riprende e Fassina trova la retina del +5, ma la Francia trova la tripla che riposta a meno tre il successivamente sempre con Fofana il pareggio 39-39. Del Pero e le Azzurre tornano in vantaggio, ma in difesa ci imbattiamo sull’ennesimo fallo che ci condanna a difendere. Ancora Fofana con il piazzato della parità, non concludiamo, la Francia perde palla e torniamo in possesso della sfera. Subiamo fallo che ci permette di mantenere il possesso palla, ma il ferro respinge il tentativo di Verona. A metà quarto regna la parità, subiamo un contatto a rimbalzo che ci permette di andare in lunetta con Trucco e due tiri per lei, 1/2 + 1 Azzurro, la Francia mette in campo tutta l’intensità e torna a segno Montpierre 42-43, la gara è ancora in perfetto equilibrio Trucco mette “la bomba” del +2, Orsili viene spedita in lunetta da dove è perfetta, 47-43 quando mancano tre minuti esatti, Pouye commette fallo in attacco e la panchina francese chiede la sospensione del cronometro. Alla ripresa un paio i passaggi  vuoto poi ancora la tripla di Trucco a cercare di far vacillare definitivamente le velleità d’oltralpe, ultima sospensione prontamente richiesta dal team francese. Alla ripresa del gioco, in lunetta ci va Madera 2/2 e +9 Italia quando manca un giro di lancette e mezzo. Italia che ormai vede il traguardo e non vuole mollare, non adesso, Orsili in lunetta 1/2 che vale la doppia cifra di vantaggio prima e il +11 poi ultimo minatola Francia si affida al tiro dalla lunga non entra e commettono ancora fallo, questa volta è chiamata Fassina a tirare a cronometro fermo 1/2. Ancora fallo, tocca a Del Pero 1/2 il cronometro volge al termine ultima difesa forte la tripla non va ed è FINALE CONTRO LA RUSSIA!

IMMENSE, ed ora non svegliateci!

 

 

TABELLINI:

http://www.fiba.basketball/europe/u20women/2019/game/1008/Italy-France#tab=play_by_play

 

 credi foto: FIBA.com

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

A1 e A2, ecco l'agenda degli impegni precampionato

August 27, 2019

1/1
Please reload

Post recenti