A Bologna una Virtus autoritaria, stop esterno per le Dinamo Women

Virtus Bologna-Dinamo Banco di Sardegna è il match che apre il 17° turno della Techfind A1 di LBF, coach Antonello Restivo si presenta alla Segafredo Arena senza Michaela Fekete e con Cinzia Arioli a referto ma ancora indisponibile. Il quintetto scelto è quello dell’ultimo match disputato con Mataloni in cabina di regia, le americane Calhoun e Burke, Pertile e Gagliano promosse per sopperire alle assenze delle titolari.

Grande avvio delle biancoblu che firmano in meno di due minuti un parziale di 8-0 con le triple del duo Calhoun-Burke e Mataloni, coach Serventi è costretto a chiamare timeout. Il contro parziale è firmato Begic-Bishop, si apre il duello tra le migliori marcatrici della stagione di LBF, Burke sale a quota 8 ed è 8-13 dopo 5’. Le Dinamo Women provano a resistere contro l’offensiva avversaria, la Virtus grazie agli 11 punti di Bishop si riporta in parità e al 7’ scrive il sorpasso, il timeout stavolta è di coach Restivo (15-18). Tanti errori per le sassaresi che soffrono il lungo digiuno, Bishop ne approfitta, parziale di 9-0 per le Vu Nere, Burke sblocca l’attacco e chiude la prima frazione sul 22-17.

Le padrone di casa ripartono di slancio e con Tassinari trovano il massimo vantaggio, per il Banco i punti arrivano solo dalle mani di Kennedy Burke, sul 32-21 al 14’ arriva un nuovo timeout di coach Restivo che prova a dare la scossa alle sue ragazze. Non cambia l’inerzia, calano le percentuali sassaresi, Burke già a segno con 21 punti rende meno pesante il passivo, si va negli spogliatoi sul 47-32 per Bologna.

È una Virtus solida quella che rientra in campo nel secondo tempo, le bianconere costruiscono subito un 6-0 di parziale, Restivo chiama il minuto sul 53-32 al 32’ ma la musica non cambia e le Dinamo Women sprofondano al -24. Sassari si affida alle sue americane per provare a rientrare, le lunghe virtussine producono punti e rimbalzi con continuità, a metà del terzo quarto è 60-43, 38 i punti per la coppia Burke-Calhoun. Gagliano e Cantone riducono il gap ma la solita Bishop tiene ben saldo il vantaggio, è la miglior frazione per le sassaresi (23-20), spazio anche per Fara tra le file biancoblu, Mataloni dalla lunetta chiude al 30’ sul 70-52.

Nell’ultimo quarto non mutano gli equilibri, Kennedy Burke firma una nuova doppia doppia (28+10) e vince la sfida personale contro Abby Bishop che si ferma a quota 23. La Virtus Bologna conquista il match per 86 a 65 e si conferma la terza forza di questo campionato, per le Dinamo Women arriva un’inevitabile sconfitta, prossimo appuntamento in casa sassarese mercoledì 27 gennaio alle 19 con il recupero della sesta giornata di andata contro Campobasso.

Virtus Bologna - Dinamo Women 86-65

Parziali: 22-17, 25-15, 23-20, 16-13

Progressivi: 22-17, 47-32, 70-52, 86-65

Dinamo Women. Calhoun 24, Arioli ne, Mataloni 6, Costantini ne, Gagliano 3, Fekete, Cantone 2, Burke 28, Scanu ne, Pertile 2, Fara. All. A. Restivo

Virtus Bologna. D’Alie 9, Begic 18, Tassinari 9, Bishop 23, Tava 2, Possenti, Tartarini, Barberis 11, Battisodo 6, Cordisco ne, Williams 8, Rosier. All. L. Serventi


Il commento di coach Antonello Restivo nel post partita di Virtus Bologna-Dinamo Women

“Mi è piaciuto tutto oggi, abbiamo avuto un approccio importante, alcune giocatrici non hanno giocato bene il primo tempo mentre nel secondo hanno fatto cose positive. Ovviamente sapevamo che venir qua e vincere per noi era una sorta di mission impossible, poi senza Arioli e Fekete è arrivata la stanchezza. Non ci siamo mai arrese e abbiamo continuato a cercare il canestro nonostante il -20”.

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna


Post in evidenza
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

BasketRosa© 2023 Contact Us

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now