Derby da dimenticare per il CUS: a Selargius arriva il primo ko della stagione

Il secondo derby della stagione ha un sapore amaro per il CUS Cagliari, che cede al PalaVienna, casa della Techfind Selargius, con il punteggio di 80-47. Le universitarie, ancora alle prese con l’infortunio del capitano Erika Striulli, sono incappate in una serata storta (17/54 complessivo al tiro) e non sono mai riuscite a mettere in discussione il predominio delle avversarie, capaci di guadagnare fin da subito degli importanti margini di vantaggio.

LA GARA – Coach Xaxa si affida alla regia di Saias, partita nello starting five assieme a Prosperi, Puggioni, Caldaro e Ljubenovic. L’avvio non è dei migliori per le rossoblù, in difficoltà contro la grande energia delle padrone di casa. Il San Salvatore piazza subito un break di 7-0 guidato da Manzotti, e il CUS fatica a trovare le giuste contromisure. Prosperi prova a scuotere le sue realizzando i primi 5 punti, ma la supremazia delle giallonere resta abbondante (25-10 al 10’).

Nel secondo quarto il CUS non riesce a impedire i rifornimenti vicino a canestro a Cutrupi ed El Habbab, che fanno valere la loro fisicità rendendo sempre più ampio il margine di vantaggio delle selargine (43-20 a metà gara).

Durante il secondo tempo coach Xaxa sceglie l’arma della difesa a zona fronte pari nel tentativo di invitare le avversarie al tiro da fuori. Il San Salvatore però mantiene alte le percentuali, piegando sul nascere ogni tentativo di rientro delle cussine. In un finale poco felice per Ljubenovic e compagne, c’è comunque spazio per un sorriso: dopo un anno termina l’incubo di Valentina Zucca, che ritrova il campo per 5 minuti e mezzo. Al 40’ esulta la Techfind, che si impone sull’80-47. Giornata da dimenticare al più presto, invece, per il CUS, che spera di ritrovare al più presto il suo capitano.

“Una prestazione di questo genere non ci appartiene, a prescindere dal punteggio finale – spiega il tecnico Federico Xaxa – oggi si sono viste ben poche cose tra quelle che vorremmo mettere in atto. L’approccio non è stato certamente dei migliori, e il fatto che l’equilibrio si sia subito spostato in favore del San Salvatore ha sfiduciato la mia squadra. Questo però non deve succedere. Ci siamo sempre contraddistinti per essere una squadra abituata a lottare nonostante le difficoltà”.

Techfind San Salvatore-CUS Cagliari 80-47

Techfind: Melis 2, Simioni 12, Mura 3, Pandori 5, Pinna, Granzotto 12, Manzotti 18, Loddo, Cutrupi 9, Ceccarelli, El Habbab 15. Allenatore: Fioretto

CUS: Puggioni, Sanna ne, Striulli ne, Caldaro 6, Zucca, Serra ne, Saias 5, Sorbellini, Petrova 2, Madeddu 2, Niola 4, Prosperi 17, Ljubenovic 11. Allenatore: Xaxa

Parziali: 25-10; 43-20; 62-33

Arbitri: Bernassola e Berger


scritto da Roberto Rubiu, Agenzia Uffici Stampa DirectaSport


Post in evidenza
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

BasketRosa© 2023 Contact Us

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now