Dinamo Sassari ; Le parole di Delia Gagliano



La Dinamo Femminile si prepara al secondo impegno casalingo consecutivo: dopo la sconfitta di mercoledì nel recupero con Campobasso, le ragazze di Antonello Restivo affrontano Sesto San Giovanni nel match valido per la 5° giornata di ritorno della Techfind serie A1.

Le assenze dovute agli infortuni hanno responsabilizzato maggiormente alcune ragazze chiamate dalla panchina a fare gli extra per aiutare la squadra: una di queste è sicuramente Delia Gagliano. Classe 1997, algherese, Delia si è ritagliata il suo spazio firmando mercoledì il suo season high con 11 punti in 20’ con 4/5 da due e 4 rimbalzi per un 14 totale di valutazione.

“L’infortunio di Michaela è stato un aspetto molto negativo che ci ha messo in difficoltà _racconta Delia a Dinamo Tv_: io mi sono messa in gioco e credo di aver colto questa opportunità. Sto dando il massimo, anche se per ora è solo un piccolo step: sono consapevole che c’è tanto lavoro da fare e non mi spaventa”.

La realtà del campo ha tanti aspetti: “Sicuramente passare da un minutaggio ridotto a uno più alto è difficile, non solo dal punto di vista fisico ma anche mentale. Su quest’ultimo in particolare ci sto lavorando”.

Delia, ala che ha militato a Selargius insieme allo zoccolo duro di giocatrici italiane al servizio di coach Restivo e ha calcato la ribalta dell’A1 con il Cus nel 2015-2016, è un quattro duttile: “Sono abbastanza duttile, preferisco stare nel mezzo non necessariamente sotto canestro, ma provo a rendermi utile su entrambi i lati del campo”.

La prima stagione delle Women fin qui è un percorso a ostacoli, ma la chiave che tiene unite le biancoblu è il gruppo: “Tra infortuni e Covid abbiamo faticato un po’ a riprenderci, sia dal punto di vista fisico sia mentale, ma in mezzo alle difficoltà l’aspetto fondamentale è l’unione tra di noi. Ho la fortuna di avere delle grandi compagne di squadra che nei momenti difficili sanno starti vicine e darti la pacca che ti motiva e spinge a fare meglio e stare con l’umore alto”.

Uno dei punti di riferimento è Cinzia Arioli: “L’ho incontrata per la prima volta che avevo 16-17 anni, ci sono praticamente cresciuta ed è il mio punto di riferimento. È una giocatrice con tanta esperienza, sa come prendermi e mi conosce bene”.

Domani al PalaSerradimigni arriva Sesto San Giovanni, una sfida che si annuncia complicata per le biancoblu prima della sosta: “Il Geas è una squadra senza dubbio molto buona e ben attrezzata con grandi giocatrici che fanno dell’intensità il loro punto di forza. Sicuramente arriveranno agguerrite e noi dovremo essere pronte a mantenere intensità e tenere il campo per quaranta minuti”.

Grande lavoratrice, Delia è sempre la prima ad arrivare in palestra e spesso si trattiene oltre l’orario per delle sessioni individuali: “Penso che il lavoro sia ciò che ripaga sempre e il tempo investito non è mai sprecato. La dedizione è la prima cosa se vuoi essere un professionista”.

Lo sport nella famiglia Gagliano è di casa: il fratello di Delia, Luca, è calciatore professionista lo scorso anno in A con il Cagliari e quest’anno in prestito a Olbia. Ma su chi sia più forte Delia non ha dubbi: “Mio fratello, di sicuro!”


Sassari, 29 gennaio 2021

Ufficio Comunicazione


Dinamo Banco di Sardegna



Post in evidenza
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

BasketRosa© 2023 Contact Us

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now