top of page

Techfind A1, scontro d'alta classifica tra Virtus Bologna e Reyer Venezia. La parola ai coaches

Domani si gioca l'anticipo della 10°giornata di andata del Campionato italiano di A1. Nella cornice del PalaDozza si sfidano due assolute protagoniste della kermesse, Virtus Bologna sconfitta solo dalle campionesse d'Italia di Schio e Reyer Venezia, attesa dalla prima sfida d'alta classifica, che arriva a Bologna a punteggio pieno. Cosi i condottieri di Bologna e Venezia alla vigilia del match:


Coach della Segafrdo Zanetti Bologna Giampiero Ticchi:

“Domani affrontiamo Venezia, squadra imbattuta con un record di 12/12: è sicuramente in grande forma e fiducia per cui per noi sarà una partita importante. L’avversario è di livello alto, una di quelle squadre candidate a conquistare un trofeo quest’anno per cui vogliamo arrivare nella maniera migliore alla sosta con una vittoria. Sappiamo che è una partita sentita sia dalla piazza che dalle società, ma anche dalle stesse giocatrici, quindi mi aspetto una partita di grande attenzione, concentrazione e agonismo da entrambe le parti.”


Coach dell'Umana Reyer Venezia Andrea Mazzon:

“Queste sono le partite dove mai si devono avere alibi, dove non è importante se hai assenze, influenze, trasferte scomode o altro, ma dove si devono trovare energie speciali e inattese in ogni giocatrice e dove non contano gli anni o i contratti in campo ma, dove il coraggio e la spensieratezza devono prevalere. Sì, bisognerà osare, avere coraggio e rischiare perché questa è solo una tappa di un percorso lungo e tortuoso che abbiamo deciso tutti di fare insieme: squadra, dirigenza, proprietà ed ora anche i tifosi che sentiamo ogni giorno più vicini. Vorremmo davvero ringraziarli perché ci fanno sentire bene e mi piace pensare che la ragione non sia solo dettata dalle vittorie ma proprio dal modo in cui le ragazze si esprimono e rappresentano il club sul campo.Direi che che siamo sulla strada giusta, ma è anche evidente che la nostra inesperienza talvolta si manifesta con alcuni errori anche banali, ma spesso mi dico: quanti errori facevo io alla loro età? La risposta mi sembra chiara, ovviamente tanti di più. Quindi, come dico sempre alle ragazze, concentriamoci solo sulle cose semplici e in quelle che ci riescono meglio. Per me è un piacere allenare questo gruppo molto giovane, fatto anche di ragazze che vanno a scuola la mattina, che porta ogni giorno in palestra la genuinità e la passione per il gioco: questi sono fattori che ci stanno aiutando a fare buoni miglioramenti giornalieri, ora ci aspetta una scalata dura sul campo di Bologna ma non partiamo certo battuti, andremo con la voglia di dimostrare contro delle avversarie di grande spessore quanto di buono siamo in grado di proporre”.

S.Z.







Post in evidenza
Nessun post pubblicato in questa lingua
Quando verranno pubblicati i post, li vedrai qui.
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
bottom of page